Cala (finalmente) il sipario al Bentegodi

Ultima partita in casa e penultima stagionale per l’Hellas Verona che affronta oggi per la 37^ giornata di serie A l’Udinese.

Una stagione che si sta chiudendo con la matematica retrocessione in serie B, una retrocessione che pesa soprattutto per i modi con la quale è arrivata e che porta con se rammarico per alcune decisioni che forse avrebbero potuto riportare in pista i gialloblù.

Ultima al Bentegodi anche per mister Pecchia, che viene accusato da molti supporters di essere il vero colpevole di questa stagione disastro.

Inizia il match e dopo appena un minuto gli ospiti hanno una grandissima occasione per passare in vantaggio con De Paul che spedisce di pochissimo a lato la biglia.

Sono sempre i bianconeri ad avere il controllo del gioco, rendendosi più e più volte pericolosi. Al 19esimo bella cross da fascia destra a servire Barak che senza problemi infila la palla alle spalle di Nicolas.

I gialloblù rovesciano l’andamento della partita creando un grande possesso palla che sfocia in almeno un paio di occasioni che vedono protagonista Lee. Senza emozioni si chiude la prima frazione di gara.

Nel secondo tempo al 12esimo minuto escrescenze Zuculini ed entra Danzi. Nove minuti più tardi entra Aarons ed esce Souprayen.

Gli ospiti sono calati molto a livello fisico lasciando spesso e volentieri la gestione del gioco all’Hellas che però non riesce a rendersi pericoloso.

Al 28esimo esce Vukovic ed entra Bearzotti.

Nessun episodio degno di nota accompagna le due compagini verso il 90esimo.

Cala finalmente il sipario al Bentegodi.

Formazioni ufficiali:

HellasVerona: Nicolas – Romulo – Fossati – Cerci – Caracciolo – Zuculini (12 2t Danzi) – Lee – Vukovic (28 2t Bearzotti) – Ferrari – Souprayen (21 2t Aarons) – Fares. Allenatore: Pecchia

Udinese: Bizzarri – Samir – Danilo – De Paul (37 2t Perica)- Jankto (46 2t Lopez) – Lasagna (42 2t Balic) – Nuytinck – Larsen – Hallfredsson – Barak – Behrami. Allenatore: Tudor

Arbitro: Calvarese

Assistenti: Tasso – Ranghetti

IV Ufficiale: Serra

VAR: Doveri

AVAR: Mondin

CONDIVIDI
Stefano Pozza
Dopo il diploma di maturità classica, mi sono laureato in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Padova. Dal marzo 2012 sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti, elenco pubblicisti. Nella vita di tutti i giorni lavoro come Buyer, e coltivo due grandi passioni: la politica e il giornalismo.

LASCIA UN COMMENTO

*