Facciamo le carte alle rivali del Verona

La prima squadra da sostenere, è ovviamente l’Hellas, perché se non si faranno punti a Bologna, ha poco senso guardare i risultati delle dirette concorrenti.

Ma tolto il Verona, quali sono i punteggi realisticamente auspicabili delle altre per la corsa salvezza?

Cagliari-Udinese. Il tifo scaligero va tutto verso la società friulana, che, in caso di vittoria, non solo lascerebbe il Cagliari pesantemente invischiato nella lotta retrocessione, ma si porterebbe anche in zona salvezza. Considerando che alla penultima l’Udinese sarà al Bentegodi, incontrarla senza più nessuna motivazione potrebbe essere molto utile per la squadra di Pecchia.

Genoa-Crotone. Per gli stessi motivi citati sopra, il tifo veronese sarà rivolto verso la società ligure. Nessun punto per il Crotone e tre punti tranquillità per il Genoa, futuro avversario gialloblù.

Chievo-Torino e Fiorentina-Spal. Qui non serve nemmeno discutere. Il tifoso del Verona punta tutte le sue fiches sulle squadre di Mazzarri e Pioli.

Sassuolo-Benevento. Non è così scontato che la vittoria della squadra emiliana possa essere negativa per il Verona. Il Sassuolo ha 30 punti, in caso di vittoria con il Benevento si porterebbe a 33, in una situazione di classifica relativamente tranquilla. Considerando che mercoledì si gioca proprio Verona-Sassuolo, incontrare i neroverdi senza l’acqua alla gola sarebbe un vantaggio. In ogni caso, anche un pareggio o una vittoria del Benevento, permetterebbe al Sassuolo di fermare la corsa salvezza e al Verona di giocarsi uno scontro diretto da dentro fuori mercoledì sera. Comunque vada, quindi, la partita di Reggio Emilia di domenica sarà guardata con occhio molto interessato.

D.Con.

LASCIA UN COMMENTO

*