Fusco: “Non sono arrivati esterni perché abbiamo i migliori”

 
TRIVELLATO
PRANDINI
 

Le dichiarazioni del diesse Fusco all’indomani della chiusura della finestra di calciomercato:

“Abbiamo tesserato giocatori in reparti dove eravamo carenti, il resto non ci interessava. Il mercato invernale generalmente non mi piace così come non mi piace rivoluzionare a gennaio le rose. A maggior ragione nel Verona che è primo in classifica.

Abbiamo ceduto Greco, che ritengo essere un buon giocatore e al quale auguro tutte le fortune del caso e faremo a meno anche di Cherubin e Albertazzi, il primo perché deve sottoporsi ad intervento chirurgico, il secondo perché ha bisogno ancora di tempo per tornare ad essere protagonista.

La cessione di Wszolek? Mi fa molto piacere che il ragazzo abbia dimostrato il suo valore in Inghilterra e che il QPR abbia deciso di anticipare il riscatto. Su di lui il Verona si tiene una percentuale sulla sua futura rivendita, che in relazione ad un calciatore giovane come il polacco è un’ottima cosa.

Brosco ha meritato le nostre attenzioni e abbiamo anticipato la concorrenza acquistandolo in previsione futura.

Gli esterni che non sono arrivati? Non servono: in rosa abbiamo Siligardi che nella sua ultima stagione di B ha segnato 13 gol, Juanito 10, Luppi l’anno scorso 9. Il nostro attacco in questo senso è uno dei migliori della categoria e non ho pensato fosse il caso di sostituirli. Serve equilibrio in tutte le cose, compreso nella valutazione dei nostri ragazzi.

Poi ricordiamoci che il Mister è tutt’altro che integralista e in molte occasioni ha giocato in maniera diversa, cambiando modulo e trovando valide alternative anche facendo prevalere altri interpreti in altre zone del campo.

Fares? Io pensavo che lui potesse rendere meglio in prestito in un altro club, il Mister invece ha ritenuto che il ragazzo stia bene con noi perché crede molto nelle sue possibilità.

Ganz è stato richiesto da molte squadre di B e dal Crotone ma siamo contenti che Simone Andrea sia rimasto con noi.

Casale e Badan sono due giocatori pieni di talento da tempo aggregati alla prima squadra ed è giusto che il Verona punti su di loro. Lo stesso discorso vale per Tupta e Stefanec sui quali la società ha inteso investire.

Ferrari è un giocatore valido, che l’anno scorso ha messo insieme ventitrè gettoni di presenza in serie A, che gioca stabilmente in Nazionale Under 21 e che dietro ci darà una grande mano.

Uno degli obiettivi sfumati in entrata è stato Mattiello che la Juve non ha voluto cedere..

Abbiamo provato a portare a Verona anche Giannetti ma il suo arrivo era subordinato all’uscita di Simone Andrea Ganz, cosa che non è avvenuta e quindi il ragazzo è andato allo Spezia.

Una chiosa finale: sono molto deluso dal comportamento del Modena Calcio, società che l’estate scorsa abbiamo aiutato a non fallire acquistando Davide Luppi e con la quale avevamo un patto tra gentiluomini per la prelazione su alcuni loro tesserati: ebbene uno di questi, Besea, è stato ceduto dai dirigenti canarini al Frosinone senza interpellarci. Questo ci ha francamente lasciato l’amaro in bocca perché pensavamo in un rapporto maggiormente corretto”.

 
ARENA
BERTOLDI-VICENTINI
 

LASCIA UN COMMENTO

*