Quelli che…sui calci piazzati ci fa gol chiunque

“Problemi sui calci piazzati? Abbiamo preso gol su calcio da fermo da squadre come Inter e Chievo che segnano con tutte le squadre in questo modo, non solo con noi”.

Dichiarazioni come questa fanno seriamente pensare. Innanzitutto se uno staff tecnico sa che Chievo ed Inter segnano spesso su calcio piazzato, lavora oltre misura perché questo non accada di nuovo. Non lascia il bomber dei clivensi da solo in area, non subisce tutti i blocchi in area con passività, non lascia un campione come Perisic liberissimo di segnare. È già un errore madornale farlo, ma se poi dichiari che già lo sapevi, allora dimostri tutti i tuoi limiti.

Ma tornando alla famosa dichiarazione di Pecchia, sembra anche che il tecnico voglia nascondersi dietro ad un dito. 

Non è vero che l’Hellas ha subito solo con le fantomatiche esperte del calcio da fermo. 

Autogol di Souprayen alla prima col Napoli, Astori che colpisce solo soletto alla terza giornata contro la Fiorentina e la chicca delle chicche: Ceppitelli, che sta raccogliendo le primule nell’area gialloblù, si ritrova un pallone che gli rimbalza addosso nella maniera più casuale e addirittura segna. Un gol ridicolo preso da una difesa ridicola. Ma non dimentichiamo i calci di punizione diretti e i rigori subiti da una squadra che fa davvero tanta fatica su palla inattiva. 

Ma questo Verona da ben due anni soffre disperatamente i calci da fermo e gli esempi sarebbero tantissimi. Ci limitiamo a ricordare un Cittadella-Verona 5-1 con cinque gol dei padovani arrivati tutti su calcio piazzato.

Fa male e dovrebbe far riflettere chi è al timone della società, vedere che il tecnico si nasconde dietro le presunte capacità dell’avversario senza ammettere le sue, sempre più palesi, colpe e provare a porvi rimedio. E onestamente la trasferta in Sardegna fa pensare che Pecchia sia davvero inadeguato per questo ruolo tanto importante.

Peccato, perché stiamo cercando in tutti i modi di trovare il lato positivo di questa situazione, ma ogni domenica veniamo smentiti o delusi.

D. Conati

CONDIVIDI
Federico Messini
Federico Messini nasce a Villafranca di Verona il 15/05/1990. Studente in lettere moderne presso l'Università degli studi di Trento. Scrittore e cantautore ha all'attivo due pubblicazioni : "Il gioco degli spiccioli" uscito nel 2013 e "Il doppiatore" uscito nel 2016.

LASCIA UN COMMENTO

*