Romulo e Mazzola, piccolo gesto che fa la differenza

Finisce la partita con il Cagliari, Pecchia imbocca gli spogliatoi sotto i fischi, ma i giocatori decidono di andare tutti insieme sotto la Sud a ringraziarla. Romulo capofila, Sandro Mazzola alle spalle di tutti.

La Curva non è clemente, non perdona la mancanza di impegno di Benevento e bombarda di fischi i malcapitati gialloblù. Qualcuno vorrebbe tornare indietro, Alex Ferrari lo fa anche, ma Mazzola ferma tutti e li rispedisce sotto la Curva. I giocatori applaudono, i tifosi fischiano. Giusto così, da entrambe le parti. Vukovic e Zuculini si arrabbiano anche per questi fischi, ma tutto finisce nel tunnel che conduce negli spogliatoi.

Bravi comunque Romulo e Mazzola che cercano di far ricucire un rapporto tra giocatori e tifoseria che adesso diventa fondamentale.

I tifosi si sentono traditi da Setti che non investe nel Verona, da Fusco che ha sbagliato campagna acquisti e se n’è andato troppo tardi, da Pecchia che non ha mai avuto feeling con la città e, dopo Benevento, anche dai giocatori, rei di non avere rispetto per la maglia. Ma il rapporto squadra-pubblico si può recuperare con i risultati, con l’impegno, la grinta e con piccoli gesti come quello voluto e cercato da Romulo e Mazzola a fine match. Piccoli gesti che fanno la differenza.

Damiano Conati

LASCIA UN COMMENTO

*