Velocità da gamberi raddoppiata. Tristezza endemica

 
TRIVELLATO
PRANDINI
 

Ora è davvero notte fonda. Si sbriciolano le certezze e le onde fragorose si abbattono sulla catapecchia in riva al mare. Tutto viene spazzato via. Il Frosinone coglie lecitamente i tre punti perché nettamente superiore. I ciociari vincono di rigore ma potevano annientarci con almeno altri quattro contropiedi. 

Del Verona davvero poca cosa. Si è sciolto come neve al sole. Il Mister in confusione tiene in panchina Fossati e piazza Fares a destra. Scelte cervellotiche che hanno fatto perdere fosforo e velocità in una squadra già di per sé lenta e prevedibile.

Passi indietro da gigante: l’Hellas non corre, non si smarca, non lotta. Ultima vittoria in trasferta il 5 novembre con lo Spezia. Trenta gol subiti, attacco che non segna e quarta piazza in classifica. Dispiace ma non ci siamo proprio. Il Bari spinge e ci rosicchia vantaggio, il Frosinone scappa, la Spal ci sorpassa. Tristezza endemica. Tifosi preoccupati. Velocità da gamberi raddoppiata. 

Il dispiacere cresce perché almeno con gli euro incassati dalla cessione di Wszolek l’Avv. Fusco avrebbe potuto regalare un esterno offensivo a Pecchia. Sogliano l’avrebbe fatto. Lui invece no. Troppo aziendalista per sbilanciare il portafoglio del club, oggi più che mai gonfio, florido e pronto ad accogliere gli ulteriori 15 milioni di paracadute se il Verona non dovesse centrare la promozione. 

L’Hellas delle prime dieci giornate può vincere la B, ma è evidente che Pecchia ha da tempo grossi problemi che non riesce a risolvere. Vicenza, Avellino e Latina (solo per citare alcune squadre dei bassifondi) ce lo hanno ricordato. Martedì tocca alla Ternana. Ultima prova d’appello. Senza vittoria la crisi sarà completa.

M.C.

 
ARENA
BERTOLDI-VICENTINI
 

3 COMMENTS

  1. Ma ancora pensi che sia più vantaggioso restare in b per i 15 milioni di paracadute che andare in serie A . È follia pensarlo

  2. Scusi Mauro. Lei non ha ancora capito che la retrocessione dello scorso anno il carpigiano l’ha programmata dopo che si è accaparrato il paracadute. non è così. mi dica perché allora non ha querelato il presidente de laurentis quando questi disse se non c’era il paracadute il Verona falliva.
    Metta in fila gli elementi dalla scelta del DS all’allenatore ad una squadra low cost. rinforzata low cost a gennaio. Cosa le serve ancora per capire che in A non vuole andare perché si becca altri 15 milioni certi? Altro che follia. E’ lucido raziocinio
    Saluti
    AK 47

    • Andiamo per punti. Io credo che rimanere serie A sia più vantaggioso che a retrocedere in B . Perché anche se è vero che in aumentano gli ingaggi è anche vero che si prendono molti più soldi per diritti tv, sponsor, abbonamenti e biglietti. Senza contare che la rosa a disposizione si rivaluta molto più in serie A che in serie B.  Io ricordo ma vado a memoria una previsione della Gazzetta sulla ripartizione dei diritti tv per le squadre di serie A .Questa attribuiva al Verona una quota pari a 38 milioni di euro in caso di salvezza mentre retrocedendo ne  ha percepiti 27. Per cui partendo da questo presupposto mi sembra alquanto illogico programmare una retrocessione anche se con un paracadute di 25 milioni . Detto questo se lei conosce qualche imprenditore , sceicco,cinese intenzionato ad acquistare il verona le dica di farsi avanti anche perché non mi sembra ci fosse stata la coda per acquistarlo quando era in vendita.Altresi bisogna lasciare lavorare l’attuale presidente. Infine auspico che tutti quelli che hanno sostenuto questa tesi, in caso di promozione chiedano umilmente scusa.

LASCIA UN COMMENTO

*