L’Hellas e il cambio della linea difensiva

3 5 2 o 5 3 1, fatto sta che l’Hellas dietro ha fatto fatica. Colpa di un attacco, quello avversario, rivitalizzato da Alessandro Matri o demerito della linea “Maginot” gialloblù? Poco da dire sul primo gol. Più importante l’errore sul secondo del Campione Marquez, insolito per uno come lui. In ogni caso, oltre al collaudato 4 3 3, un esperimento ripetibile. Un modulo che rispolvera le qualità dell’evergreen Saviola, ad una prima occhiata ancora capace di fare la differenza. Si vede che l’intesa con Toni e’ ancora da affinare ma migliorerà. Insomma, ancora lavori in corso ma con 8 punti, i lavori sono molto piacevoli

LASCIA UN COMMENTO

*