Ma che bravi Chanturia e Obbadi

Buone indicazioni dal ritiro di Racines: Mandorlini, seppur soltanto con un abbozzo di formazione, lontana parente di quella futura che prevede innesti importanti dal mercato, comincia a vederci chiaro sul valore degli uomini attualmente a sua disposizione. E i primi giorni in altura sono stati significativi soprattutto per Chanturia e Obbadi: il primo, promessa georgiana, ha messo in mostra numeri davvero importanti, accarezzando il pallone con la suola come solo i grandi talenti sanno fare. Il francese, invece, rivela una visione di gioco non indifferente con sventagliate da una parte all’altra del campo di spessore; per Tachtsidis un concorrente in più per la maglia da titolare di mediano davanti alla difesa. Obbadi, tra l’altro, mostra già buona intesa con i compagni e giostra in mezzo al campo con il carisma del veterano: un giocatore dal giusto mix di sostanza e qualità che impreziosisce il centrocampo gialloblu’. Chanturia e Obbadi: davvero due buoni affari.

LASCIA UN COMMENTO

*