Cercasi terzino sinistro

Di Damiano Conati

È un po’ una maledizione quella del terzino sinistro per questa stagione gialloblù e forse non è un caso che l’allenatore del Verona giocasse proprio in quel ruolo nei migliori anni della sua carriera.

L’estate dell’Hellas era iniziata con Souprayen e Felicioli, ma sono stati ceduti entrambi cammin facendo per lasciare spazio a Eguelfi e Balkovec. Ma il primo non ha mai convinto Grosso, ha giocato pochissimo e potrebbe essere rispedito presto all’Atalanta, proprietaria del cartellino. Il secondo ha giocato di più, ma dimostra ogni settimana tutti i suoi limiti. Così per un periodo ha giocato terzino sinistro Crescenzi, poi il brasiliano Empereur, ma sia il ragazzo cresciuto nella Roma, che il 24enne di Ipatinga si sono dovuti adattare in un ruolo non loro.

Così, dopo sei tentativi, adesso D’Amico sta correndo ai ripari nuovamente. Gli è stato proposto Martella del Crotone, ma il sogno rimane Pippo Costa, terzino tutto mancino della Spal, classe 1995, quindi under per la B, bravissimo in fase di spinta e soprattutto nei cross.

Costa gioca poco a Ferrara, grazie all’ottima annata di Momo Fares, si riavvicerebbe a casa visto che è vicentino, e poi tornerebbe di corsa a Verona, città dove è cresciuto, è diventato un calciatore e dove ha pure vinto uno Scudetto Primavera con la maglia del Chievo. Ora si tratta di convincere la Spal, anche se i rapporti tra le due società sono ottimi. Tra l’altro proprio ieri gli spallini hanno riaccolto in rosa il terzino sinistro Pa Konate, dopo il prestito negli States, e avrebbero già da subito la possibilità di mandare a giocare con continuità Costa. I dialoghi sono avviati, la trattativa può decollare a breve.

LASCIA UN COMMENTO

*