D’Amico: “Nella carriera di un calciatore l’autogestione fa la differenza”

Toni e Marquez però insegnano, a 35 anni non sei vecchio…
«Insegna anche Klose, campione del mondo a 36 anni dopo che il Bayern l’aveva lasciato libero perché pareva fosse finito. A quell’età è importantissima la quotidianità. Credo che Inzaghi non abbia mai bevuto in vita sua un bicchiere d’acqua fredda. Sempre a temperatura ambiente. L’autogestione fa la differenza, ve lo dice uno che ha avuto la fortuna di lavorare con un superman come Pietro Vierchowod».

 

D’Amico a L’Arena

LASCIA UN COMMENTO

*