Del Neri: “Migliorata l’ossatura. Ionita rimane”

Le dichiarazioni di Del Neri in conferenza stampa:

IL MERCATO
«Le cessioni di Sala e Hallfredsson? Le operazioni, in questo periodo, si innescano velocemente. Siamo affezionati a dei ragazzi che hanno dato tanto alla squadra e alla storia della società, e questi trasferimenti hanno dato sia a noi che a loro delle opportunità. Siamo contenti per Hallfredsson, è stata un’operazione importante, mentre la cessione di Sala alla Sampdoria è valida sia dal punto di vista economico e sia da quello calcistico perché ci permetterà di puntare su Wszolek per il futuro. Sono operazioni che rientrano nell’ottica di migliorare l’ossatura della squadra, soprattutto nei settori in cui eravamo in difficoltà. Basta pensare al centrocampo, dove a un calciatore di corsa come Ionita, che resterà qui, si aggiungono due mediani più tattici come Marrone e Furman. Ripeto, sono state fatte delle scelte migliorative per noi e anche per i ragazzi che se ne sono andati e avranno delle opportunità importanti. Come Rafael, che voleva giocare e di comune accordo abbiamo deciso per la sua cessione. Noi ci siamo comportati in maniera corretta con tutti, e non dimentichiamoci che sono arrivati dei calciatori come Rebic e Samir, per cui Verona è un’occasione da sfruttare. Ora cerchiamo delle soluzioni per quanto riguarda il ruolo di terzino destro. Penso che la società abbia operato benissimo, sono state accolte le mie richieste e ora possiamo sfruttare gli acquisti per migliorare ancora il nostro gioco. Chi è arrivato ci dà forza e qualità, per lottare fino in fondo cercando di raggiungere la salvezza con voglia e grinta. Eventuali cessioni di Pazzini e Moras? Non mi risulta che Giampaolo vada via, lui è la spalla ideale per Luca e in queste partite ci sarà spazio per tutti. Moras? Ad oggi non esistono i presupposti affinché lui lasci Verona. Lavorato in prospettiva futura? Abbiamo conservato un’intelaiatura importante. Occorre attenzione per continuare a lottare per il nostro obiettivo senza stravolgere gli obiettivi di squadra».

 

VERSO LA SFIDA CON IL TORINO

«Non saranno della partita Rebic e Siligardi, oltre a Souprayen e Viviani. Abbiamo recuperato Romulo, ci aspettano delle partite fondamentali per il nostro futuro. Con serenità e convinzione andremo in campo per dare il massimo. Il ritorno di Romulo? Ha un cambio di passo fantastico ed è bravo nell’1 contro 1. Può giocare come esterno alto, ma nel calcio moderno tutti devono correre e sacrificarsi. Chi giocherà come terzino sinistro? Albertazzi. Marrone? E’ pronto per scendere in campo, ha delle qualità importanti. Noi dovremo giocare da squadra e sfruttare le qualità di tutti i nostri calciatori. Chi giocherà in attacco? Luca Toni ci sarà, per il resto valuteremo cercando di tenere un’idea di squadra aggressiva. Come abbiamo preparato questa sfida? I calciatori sono abituati ad allenarsi durante il periodo di mercato, siamo tutti ad affrontare questo tipo di situazioni. La squadra non si discosterà molto da quello che avete visto in queste ultime partite, sarà fondamentale l’atteggiamento. I ragazzi stanno rispettano la maglia, danno tutto sul campo e questo non deve mai mancare, anche per i tifosi, sperando di raggiungere insieme un risultato importante. Eventuale turn-over? Penso ad una gara per volta, sperando di avere tutti i calciatori disponibili. Il Torino? Rispetto agli obiettivi che si erano preposti non stanno attraversano un bel momento, ma sono una squadra di carattere e lotteranno sul campo».

Fonte: Hellas Verona F.C.

LASCIA UN COMMENTO

*