Delusione a Catania

Un Verona sottotono crolla a Catania e viene giustamente sconfitto dalla squadra di Sottil.

In realtà centrocampo e attacco erano potenzialmente i reparti titolari, riserve solo in difesa (tranne Balkovec) e in porta.

4-3-3 da subito, 4-3-1-2 nel finale, ma risultato sempre uguale. Squadra evanescente e mai realmente pericolosa.

Il Verona abbandona la coppa nazionale e può ora concentrarsi sul campionato, anche se le lacune viste al Massimino preoccupano: poca concentrazione, nessuna reazione nel momento di difficoltà e una panchina corta sugli esterni d’attacco con Cissè e Lee assenti.

C’è sicuramente tanto lavoro da fare prima del debutto in campionato tra due settimane, sia da parte di Grosso che deve creare una squadra, che di D’Amico, che la deve completare.

Damiano Conati

LASCIA UN COMMENTO

*