Di nuovo Massa sulla strada dell’Hellas. E tornano i fantasmi

Sarà Massa di Imperia ad arbitrare la gara di domenica tra Lazio e Verona. E i tifosi iniziano a tremare. Sì perché il fischietto ligure con i colori gialloblù non va proprio d’accordo. In due occasioni, fondamentali per le ambizioni dell’Hellas, il sig. Massa stoppò la corsa degli scaligeri con arbitraggi eufemisticamente discutibili. Correva l’anno 2010, quello di Remondina per intenderci, in Lega Pro, e nella sfida decisiva casalinga contro il Portogruaro, ci negò un rigore solare su Nicola Ciotola, mandando così in frantumi la rincorsa alla serie B. Ma non è finita qui. Due stagioni dopo, nella gara di “play off” di Cadetteria contro il Varese, riuscì a fare di peggio: anche allora la giacchetta nera si rese protagonista di una conduzione di gara a dir poco sconcertante negando all’Hellas un rigore indiscutibile su Ferrari per fallo di Troest che, in quanto ultimo uomo, avrebbe meritato pure l’espulsione. Ora lo aspetta la gara dell’Olimpico, di per sè già tesa dopo le polemiche non ancora digerite della passata stagione quando il suo collega Mazzoleni, concesse troppo frettolosamente il rigore alla Lazio per un presunto fallo di Albertazzi su Klose. Presagi funesti che spalancano la strada a pericolose dietrologie.

LASCIA UN COMMENTO

*