Falsini: “È un Verona con il freno a mano tirato”

La vita calcistica di Gianluca Falsini e? corsa spesso lungo le fasce di Verona e Parma. Del Bentegodi e del Tardini. Sempre innamorato dell’Hellas, anche da lontano e con le scarpe ormai appese al chiodo da un pezzo.

Il Parma e? piu? forte della sua classifica?

«Lo e? magari coi singoli, ma di squadra non lo so. Dopo diciassette partite credo che la classifica sia anche lo specchio dei valori espressi finora. Non ci dimentichiamo poi che il Parma ha avuto problemi economici importanti».

Che partita sara??

«Ho visto sei volte il Verona dal vivo, ma l’impressione e? che abbia ancora il freno a mano tirato. Ad Empoli ha puntato al pareggio, di sicuro non giocano in maniera coraggiosa come l’anno scorso. Per riuscirci pero? devi anche avere la gente giusta. E tanti giocatori non sono quelli che possono permettere al Verona di mettere in pratica le idee di Mandorlini. E? anche vero pero? che il suo calcio e? sempre stato quello di aspettare l’avversario e ripartire. Logico che quando hai Iturbe e Romulo funziona, con altri interpreti invece e? piu? dura».

Preoccupato?

«Sinceramente si?. Perche? se il Parma cominciasse a far punti diventerebbe complicata la storia. In piu? ci sono altre squadre in fondo certamente destinate a crescere, anche se nel mazzo ce ne sono anche di mediocri. Il Cagliari mi sembra in grande difficolta?, coi giocatori che ha non poteva e non puo? che allenarlo Zeman».

Quanto conta Verona-Parma?

«Tanto, perche? se il Verona dovesse perderla finirebbe nel mazzo insieme a tutte la altre vere pericolanti».

Pronostico?

«Vince l’Hellas con un gol di scarto, almeno questo voglio sperare».

Fonte: L’Arena

LASCIA UN COMMENTO

*