Focus su Inter vs Hellas

Il posticipo dell’undicesima giornata di Serie A mette di fronte Inter e Verona, la prima reduce da una bruttissima sconfitta a Parma, a opera di De Ceglie, mentre gli scaligeri hanno pareggiato a Cesena, un campo tutto sommato molto difficile.

I PRECEDENTI – Nei 25 precedenti tra Inter-Hellas Verona, gli ospiti non sono mai riusciti a vincere in quel di San Siro; i pareggi, invece, sono 10 mentre per 15 volte i nerazzurri hanno ottenuto la massima posta in palio. Oltre all’ultimo precedente in cui i padroni di casa s’imposero grazie all’autogol di Moras e alle reti di Palacio, Cambiasso e Rolando, l’ultima volta le due formazioni si erano affrontate nella stagione 2001-2002, l’ultima con gli scaligeri in Serie A: in quell’occasione finì 3-0 per l’Inter, grazie al gol di Vieri e alla doppietta di Ronaldo. Proprio la squadra appena acquistata da Thohir è in striscia vincente aperta contro i veronesi, dato che hanno vinto nelle ultime 5 occasioni: l’ultimo pareggio strappato dal Verona, infatti, risale addirittura al 1990.

LE STATISTICHE – Impressionante il dato dei gol subiti dall’Inter: soltanto 7 in 25 partite, 3 nel primo tempo e 4 nella ripresa. I tifosi nerazzurri invece hanno potuto esultare in 38 occasioni, suddivise in 15 nei primi 45 minuti e addirittura 23 nei secondi tempi. Il miglior marcatore dell’Inter è Mauro Icardi con cinque reti segnate in stagione, tre contro Sassuolo e due rigori realizzati contro Cesena e Sampdoria, mentre alle sue spalle c’è Osvaldo, rientrato giovedì in Europa League dopo un mese d’infortunio. Parlando del Verona, invece, c’è una batteria di marcatori tutti a quota due: Luca Toni, Panagiotis Tachtsidis, Artur Ionita e Nico Lopez, riuscirà uno di questi a staccare gli altri regalando ai tifosi una magica serata a San Siro?

L’Inter è favorita nonostante l’ultima sconfitta a Parma, che ha fatto fare un passo indietro notevole alla squadra di Mazzarri: serve ritrovare il gioco e San Siro, in questo, forse non dà la giusta tranquillità. Consigliamo un X, un under 2,5 e la rete di Luca Toni.

Fonte: mondopallone.it

LASCIA UN COMMENTO

*