Fusco e il nodo del portiere

Nicolas ha vinto, ha disputato due finali play off consecutive da titolare e gode della fiducia del mister. Però non ha convinto del tutto quest’anno ed avere lui come numero uno in Serie A non fa propriamente dormire sonni tranquilli.

Nando Coppola è in scadenza di contratto, ha appena spento 39 candeline e, nonostante sia una presenza molto carismatica nello spogliatoio, in due anni a Verona non ha praticamente mai toccato campo.

Lorenzo Ferrari è un classe ’96 e farebbe ancora molto comodo come terzo portiere perché è under e non occupa spazio in lista. Ma vorrebbe giocare per crescere e mettersi in buona luce.

Fusco si trova in una situazione complicata perché Nicolas chiede garanzie per essere titolare, Coppola con tutta probabilità appenderà i guantoni al chiodo, mentre Ferrari chiederà di essere ceduto in prestito per giocare.

Quali saranno le scelte del Verona? 

La società vuole affiancare a Nicolas un portiere esperto che abbia giocato in Serie A e che possa competere con il brasiliano per il ruolo di numero uno. 

Il nome principale sul taccuino di Fusco è Luca Pegolo (36 anni), che si libera a parametro zero e che, essendo prodotto del vivaio gialloblù, andrebbe ad occupare uno slot libero dei quattro a disposizione per i giocatori cresciuti nel club. Pegolo arriverebbe a Verona senza le pretese di un posto da titolare, ma potrebbe anche giocare assicurando affidabilità nel caso in cui Nicolas dovesse compiere dei passi falsi. 

L’altro nome circolato in questo periodo è quello di Federico Marchetti (34), della Lazio. Il ragazzo è forte, verrebbe a Verona solo per giocare titolare e sarebbe anche felice di avvicinarsi a casa visto che è vicentino di Bassano del Grappa. Però il suo contratto è superiore al milione di euro e scade nel 2018 e poi preoccupano anche le sue condizioni fisiche dato che quest’anno ha saltato una ventina di partite per infortunio. Situazione quindi non del tutto chiara.

Infine c’è il ruolo di terzo portiere che potrebbe ricoprire Alessandro Salvetti (20), in questa stagione in prestito a L’Aquila in Serie D, dove non ha giocato moltissimo (11 presenze). Salvetti è under e, come fatto con Ferrari nella stagione appena conclusa, potrebbe vivere un’annata da comprimario, senza occupare spazio nelle liste, ma di crescita allenandosi quotidianamente con due portieri da Serie A.

D. Conati

CONDIVIDI
Federico Messini
Federico Messini nasce a Villafranca di Verona il 15/05/1990. Studente in lettere moderne presso l'Università degli studi di Trento. Scrittore e cantautore ha all'attivo due pubblicazioni : "Il gioco degli spiccioli" uscito nel 2013 e "Il doppiatore" uscito nel 2016.

5 COMMENTS

  1. Nicolas non ha convinto. Troppo titubante e incerto.
    Buon portiere da B, ma in A serve altro, cosi come servono due centrali di categoria.

  2. Non ci sono grandi portieri LIBERI.Chi c’è l’ha se lo tiene ben stretto.Ricordo un certo Bardi e soprattutto Rivas mi pare del Carpi che al Bentegodi ha parato di tutto.ottimo anche il portiere della Spal che ovviamente e’ incedibile.Padelli non sarebbe stato male ma e’ andato all’Inter. Non restano molte alternative una di queste porta a Marchetti che in fatto di esperienza ne ha da vendere ma certo in questi ultimi anni il suo rendimento e’ stato abbastanza deludente.potrebbe essere anche per una occasione di riscatto.

  3. Io consiglierei di prendere Marchetti e cedere Coppola.Con tre portieri ci sarebbero piu’ stimoli e ognuno dovra’ guadagnarsi il posto.sarà più facile stabilire il numero 1, il campo e’ sovrano. In bocca al lupo.

  4. Mancano un centrale difensivo’ un laterale sinistro al posto di Suprayen e un centrocampista.poi penso saremmo abbastanza a posto almeno per il momento
    Quindi il verona potrebbe giocare con : MARCHETTI,FERRARI,ROMULO,HERTAUX,CARACCAIOLO,GOLDANIGA,ZUCULINI,BESSA,PAZZINICASSANO,CERCI.SOSTITUTI : AQUILANI PER CASSANO,VERDE PER CERCI, SADIQ PER PAZZINI’FELICIOLI PER ROMULO

LASCIA UN COMMENTO

*