Fusco e le mozzarelle scadute in Campania: a Verona è polemica


Ha fatto molto discutere il post su Facebook del consigliere regionale Andrea Bassi, che senza mezzi termini attacca il direttore sportivo Filippo Fusco reo, secondo l’esponente leghista, di non avere rispetto per il capocannoniere della cadetteria della passata stagione Giampaolo Pazzini, con i cui gol L’Hellas Verona è approdato in serie A.

A stretto giro di posta, non si è fatto attendere il comunicato del club di via Belgio, che a riguardo evidenzia:

L’Hellas Verona FC, riguardo l’articolo pubblicato sull’edizione odierna de ‘Il Corriere di Verona’ riportante le parole pubblicate sul proprio profilo Facebook da parte di un esponente politico veronese, si stupisce e si rammarica dei toni violenti e denigratori utilizzati dallo stesso. Senza voler in alcun modo ledere la libertà di opinione, il club crede fermamente che i social network non debbano però trasformarsi in una ‘zona franca’, dove insulti e attacchi personali possano diventare la normalità. Specie se a pronunciarli sono, come in questo caso, figure pubbliche che sarebbero tenute a rappresentare la cittadinanza e ad essere di esempio per la stessa, e non certo ad attaccare verbalmente l’altrui operato. La società si riserva inoltre di agire per vie legali nelle sedi competenti sperando che casi come questi non si ripetano in futuro.

LASCIA UN COMMENTO

*