Fusco: “La classe arbitrale ha passato il segno. Non c’è rispetto verso Verona”

Queste le dichiarazioni di Fusco rilasciate in mixed zone al termine del match: 

“Perché parlo io? Di solito intervengo dopo le sconfitte. Oggi invece sono qui perché mi pare che non ci stiano rispettando. Vedere l’arbitro che espelle Pazzini è una cosa assurda. Cinque soli minuti di recupero mi sembrano una presa in giro. Forse qualcuno ci vuole fermare. Nelle altre partite non abbiamo detto nulla, oggi ci siamo rotti e parliamo. Io mi auguro che non vengano date due giornate a Pazzini. Sicuramente faremo ricorso. C’è l’atteggiamento di venire qui e fare i protagonisti. Domenica scorsa c’erano due rigori. Non vorrei parlare di arbitri, ma stasera lo dobbiamo fare. Bisogna rispettare i sacrifici della proprietà, dello staff, dei giocatori. Forse ci danno troppo per favoriti? Dopo i due rigori di Frosinone le cose sono cambiate. I due rigori hanno portato molta notizia mediatica, e forse non si vuole che il Verona ammazzi il campionato. Forse si vuole rendere la serie B più competitiva e avvincente. Noi del rispetto dei valori facciamo un’arma. Non possiamo quindi subire questi torti. La misura ora è colma. Non vorrei essere qui a parlarne. Questo sfogo un’arma a doppio taglio? Peggio di così dura, peggio delle ultime partite è dura. Sono cose che amareggiano, rispetto l’arbitro però basta.

Il punto di oggi? Dà l’idea di una squadra che non si arrende mai. Oggi una partita difficile, complicata. La nostra squadra continua a voler giocare a prescindere”.

Stefano Pozza

LASCIA UN COMMENTO

*