Fusco: “Novara incidente di percorso. Gli avversari ci temono. Mercato? No grazie”

Le dichiarazioni di Fusco in conferenza stampa:

“Parlo oggi perché è passato un terzo del campionato non perché coincida con la brutta sconfitta con il Novara.

La gara di domenica la ritengo un episodio: abbiamo comunque cercato di fare il gioco e gli applausi finali del pubblico testimoniano che stiamo meritando fiducia.

Il sacrificio e la passione nel Verona non è mai mancata. Nessuno ha mai detto che l’Hellas avrebbe stravinto il campionato. Gli incidenti di percorso sono previsti. Con il Novara ce ne è capitato uno.

L’arbitraggio? È una delle variabili di una partita. Essere una squadra forte significa restare concentrati anche se accadono sviste arbitrali. È tutto ampiamente previsto. 

Il Verona è una squadra di ampie prospettive e essere primi dopo un terzo del campionato lo dimostra.

La proposta calcistica di Pecchia impensierisce gli avversari che ci rispettano e provano tattiche chiuse, attendiste, che nel caso di domenica ci hanno condannato. Al Mister il compito di trovare delle contromisure.

Il Cittadella è una squadra che produce calcio e sarà molto stimolante giocarci contro. L’ultima sconfitta è stata resettata e ora proviamo a confrontarci contro una formazione che è tra le migliori del torneo.

La crescita dell’Hellas è continua, sia dei più giovani che degli esperti. La competizione è quell’ingrediente che migliora il rendimento di tutti. 

Il mercato di riparazione non mi è mai piaciuto perché significa che non hai lavorato bene in estate.

La valutazione di giocare in orizzontale o in verticale dipende da come si schiera l’avversario. Non lo decidiamo mai a priori. Il Verona davanti è completo e ha svariate soluzioni offensive. Non ci serve andare sul mercato.

In difesa abbiamo Boldor, che in questo momento ci soddisfa. La rosa ha buone alternative, con giocatori duttili che fanno al caso nostro. Non sto ancora pensando al mercato. 

Bessa ad un passo dal passaggio a titolo definitivo al Verona? Sì è così. Fossati? Rientra nell’operazione Ionita e se raggiungeremo la massima categoria lo riscatteremo dal Cagliari.

Albertazzi? Sta migliorando ed è un giocatore sul quale puntiamo molto. Il mercato Under? Sarà interessante perché lì abbiamo modo di muoverci parecchio, soprattutto in base al regolamento delle liste concesse in serie B.

Le contendenti per la serie A sono tante: Benevento e Cittadella ma anche Benevento e Frosinone. È un campionato equilibrato nel quale però l’Hellas è riuscito ad avere un buon vantaggio dopo un terzo del torneo. C’è da essere contenti.

Il torneo cadetto è una maratona e dobbiamo tenere botta fino a maggio. Non dobbiamo abbassare mai la guardia e continuare ad incamerare punti.

Pazzini? Era impensabile che tenesse la media realizzativa delle prime giornate. È un leader e a noi va bene così. Tornerà a segnare presto.

Ganz? Ha fatto gare importanti e solo in quattro occasioni non è entrato. Fin da subito siamo stati chiari con lui dal momento che ha sempre saputo che era l’alternativa a Pazzini. C’è il rischio che possa andare via a gennaio? Credo di no”.

LASCIA UN COMMENTO

*