Guardalben: “Spero vinca il Verona”

MATTEO GUARDALBEN
(EX DI VERONA E PALERMO):
“SEMPRE STATO TIFOSO DEL VERONA!
MIA MIGLIORE STAGIONE A PALERMO.
RAFAEL E’ ORMAI UN GRANDE”

Matteo Guardalben, ex calciatore dell’Hellas Verona e del Palermo, è intervenuto ai microfoni di Radio Bellla & Monella, official radio Gialloblù. Ecco le sue principali dichiarazioni:

Matteo, com’è la vita di un doppio ex alla vigilia di Hellas Verona-Palermo?
Il mio anno migliore a livello calcistico è stato a Palermo, ma io sono di Verona e ho il Verona nel cuore. Rimango tifoso dell’Hellas! Andai in Sicilia perché sono un professionista e, non voglio negarlo, per guadagno economico. A Verona ho avuto però la fortuna di esordire in Serie A con la maglia della mia città, il sogno di ogni bambino. Ora che ho smesso ho il grande rammarico di aver abbandonato l’Hellas per guadagnare di più. Ai giovani posso dire di seguire le sensazioni che dà un lavoro, non solo l’aspetto economico.

Che impressione ti hanno fatto Verona e Palermo in queste prime uscite?
La scorsa stagione è stata un sogno. Da neopromosso il Verona ha fatto una grande annata sfiorando l’Europa: mi ha ricordato il primo anno di Serie A del Palermo della gestione Zamparini. Quando il Verona gioca in casa, il Bentegodi è assolutamente commovente; guardare le partite lo scorso anno è stato meraviglioso. Il pubblico Gialloblù è uno dei pochi in Italia a potersi definire “da Serie A”. Lunedì spero vinca il Verona. Del Palermo attuale conosco pochi elementi, non ho le capacità per dire che campionato potrà fare, mi sembra tuttavia che non abbiano fatto molto sul mercato. Vedremo se i rosanero sapranno stupirmi. Il Verona invece ha perso Iturbe e Romulo, ma ha preso Marquez e Saviola che spero possano dare il loro contributo. Abbiamo avuto la prova che i vecchietti qui fanno bene, speriamo continui così.

Come ti sembrano i portieri del Verona? Conosci bene Rafael e Benussi…
Sì, li conosco… il primo in particolare ne ha subite tante, di critiche. Ma lui è sempre stato zitto, col sorriso e si è impegnato. Ho parlato con lui qualche volta, mi è sempre piaciuto e sta dimostrando di essere un portiere di livello molto alto, oltre che una persona molto positiva.

Credi sarà ancora Luca Toni il grande protagonista della prossima stagione?
Spero che tutta la squadra sia l’elemento chiave, non un elemento singolo. Toni ha fatto 20 gol e ha fatto una grande stagione anche grazie alla squadra. Punto sul collettivo, e spero che andando al Bentegodi ci si diverta sempre, anche quest’anno!

LASCIA UN COMMENTO

*