Guida al vocabolario della stagione maledetta

di Damiano Conati

Sarà un avverbio a non farci mai dimenticare questa stagione assurda: CLAMOROSAMENTE. Dopo quel “siamo la Juve della C” di qualche stagione fa, adesso è arrivato il momento di questo imponente vocabolo pronunciato dal direttore sportivo in questa triste annata: “una rosa clamorosamente adeguata alla serie A”. Mai come in questi mesi, l’avverbio in questione è stato tanto utilizzato nei confini della provincia di Verona. 

E sì che la stagione era iniziata con il mercato estivo quando tutti ormai utilizzavano la parola PLUSVALENZA come fosse un qualsiasi termine del dialetto nostrano. Poi, una volta iniziata la stagione maledetta, ecco che nei bar di quartiere tutti parlavano di RISENTIMENTO. D’improvviso i muscoli fragili dei gialloblù hanno risvegliato torpori fisioterapici nel tifoso medio scaligero. 

Ma ecco che con la primavera, è stato coniato un altro termine che resterà negli annali di quest’annata funesta: PARACADUTE. C’è addirittura chi si è lanciato sopra Boscomantico tanto è stato il desiderio scaturito dall’eccesivo uso di tale sostantivo. 
Che dire alla fine di tutto? Che probabilmente nessuno avrebbe pensato che plusvalenza, risentimento e paracadute avrebbero condotto il Verona al termine RETROCESSIONE. Invece il vocabolario gialloblù si è concluso così. Con un sostantivo negativo. Clamorosamente negativo.

LASCIA UN COMMENTO

*