Hellas: chi se ne andrà il 30 giugno?

Sono ben 8 i giocatori che hanno il contratto in scadenza il 30 giugno in casa Hellas Verona. 
Andiamo a valutare ogni singolo caso.

Portieri:

Nando Coppola è arrivato alla chiusura di una lunga carriera. La ciliegina sulla torta è stata la promozione in A con il Verona. Dal primo di luglio probabilmente appenderà le scarpette al chiodo.

Difensori:

Boldor e Ferrari torneranno al Bologna, da dove sono arrivati in prestito secco. Difficile rivederli in gialloblù l’anno prossimo. Ma il caso più spinoso riguarda Eros Pisano: le sue parole in una recente intervista sono sembrate quelle d’addio. Il contratto scade il 30 giugno e finora il rinnovo non è arrivato. Potrebbe accadere qualcosa nei prossimi giorni ma al momento il terzino destro sembra destinato ad andarsene a parametro zero.


Centrocampisti:

I fratelli Zuculini dal primo di luglio potrebbero separarsi di nuovo. Ma potrebbe essere vero anche il contrario. Bruno è di proprietà del Manchester City che però non crede in lui. Il Verona avrebbe un diritto di riscatto che però è elevato. La società del presidente Setti sta cercando di trattenere il numero 33 magari ottenendo un nuovo prestito dalla società inglese o chiedendo uno sconto sul riscatto. La situazione è più che mai aperta. Franco invece è di proprietà del Verona, ha il contratto in scadenza a giugno ma con la promozione diretta sarà rinnovato automaticamente di un anno. Quindi Franco ha la certezza di restare in gialloblù. 

Attaccanti:

Gennaro Troianiello è di proprietà della Salernitana. A luglio tornerà in Campania da dove però sicuramente partirà. Difficile rivederlo a Verona nonostante il suo bellissimo carattere e il discreto apporto dato nel finale di stagione.

Infine c’è Ganz. Il ragazzo è in prestito con diritto di riscatto e di controriscatto a favore della Juve. Il diritto di riscatto però è ad una cifra elevata per le casse gialloblù e il Verona sta facendo tutte le valutazioni del caso: se sarà riscattato, si tratterà di un investimento importante e non è detto che la Juve sia disposta a riportarlo all’ovile; se invece sarà lasciato andare, il Verona non ci avrà guadagnato nulla in termini economici dal suo passaggio in gialloblù. Le valutazioni sono in corso, ma conterà molto anche l’opinione del giovane centravanti che difficilmente vorrà vivere un altro anno all’ombra di Pazzini.

Damiano Conati

CONDIVIDI
Federico Messini
Federico Messini nasce a Villafranca di Verona il 15/05/1990. Studente in lettere moderne presso l'Università degli studi di Trento. Scrittore e cantautore ha all'attivo due pubblicazioni : "Il gioco degli spiccioli" uscito nel 2013 e "Il doppiatore" uscito nel 2016.

LASCIA UN COMMENTO

*