Hellas – Cremonese 3 a 0

Il solito Toni, il dirompente Moras e la lieta conferma di Lazaros stendono la volenterosa Cremonese di Coppa, arrivata al Bentegodi con il coltello tra i denti e la scimitarra in mano. Il Verona ci mette un tempo intero per sbloccare il match, complice una retroguardia ospite arroccata dietro, attenta più a non prenderle che ad offendere. E solo l’invenzione da terra di Toni riesce a scardinarla mettendo in discesa il capitolo qualificazione. Un gol, quello di Luca, fondamentale per gli equilibri della contesa che rischiava di incancrenirsi sul risultato delle reti bianche. Dopo il bomber emiliano, si sono scatenati lo straripante Moras e il connazionale Lazaros, blindando così il risultato e permettendo di stappare lo spumante in anticipo. Bene così. L’Hellas non stecca la prima e lancia la sfida a distanza ai bergamaschi atalantini, pronti a vendere cara la pelle davanti al pubblico di casa. Aspettando gli ultimi botti di mercato (si spera di una certa consistenza), gustiamoci questo Hellas particolarmente operaio e pragmatico, che avrà anche perso gente come Iturbe o Romulo ma che ha acquistato una compattezza di squadra notevole. E se il buongiorno si vede dal mattino…

LASCIA UN COMMENTO

*