Hellas – Lazio vista da Sport Mediaset

Arriva nel posticipo della nona giornata di Serie A il primo pareggio in campionato della Lazio di Pioli. Al Bentegodi contro l’Hellas Verona, i biancocelesti si fanno raggiungere nella ripresa sull’1-1 dopo essere andati in vantaggio con Lulic al 43′, bravo a sfruttare una sbavatura di Moras in area. Al 68′ Cavanda atterra in area Gomez e si prende un cartellino rosso: dal dischetto Luca Toni non sbaglia e riequilibra la gara.

LA PARTITA

E alla fine arrivò il pareggio a mettere fine alle due serie contrapposte di Verona e Lazio. Un punto che muove la classifica per i veneti reduci da due sconfitte e nove gol subìti; un punto che frena la cavalcata, invece, per i biancocelesti di Pioli dopo le quattro vittorie di fila, ma che non intacca il terzo posto conquistato in buona compagnia. L’1-1 del Bentegodi però è frutto di poca semina con novanta minuti di grossolani errori e poche emozioni per i 20mila presenti. Non è un caso che il botta e risposta tra Lulic e Toni sia arrivato con dei regali difensivi.
Che la serata non fosse per palati fini ed esteti del buon calcio lo si era intuito subito. Al netto del gol giustamente annullato a Toni infatti, la purezza dei taccuini giornalistici è stata preservata fino a pochi minuti dall’intervallo. Dopo un buon inizio sull’onda dell’adrenalina dei rumorosissimi tifosi di casa, il Verona si è rintanato davanti alla propria area nella speranza di infilare in velocità con Jankovic e soprattutto Nico Lopez i giganti De Vrij e Ciani. Missione fallita. Dall’altra parte a contraltare di un predominio territoriale, il ritmo compassato e l’imprecisione dei centrocampisti, Onazi su tutti, hanno reso sterile un possesso palla dominante fino al 43′, quando Moras – in memoria dell’autorete di Marques contro il Milan – svirgola clamorosamente in area un cross di Candreva regalanda a Lulic il tap-in dello 0-1.
Lo svantaggio casuale aiuta però la squadra di Mandorlini a tornare in campo nella ripresa con un piglio diverso. Niente di eccezionale, ma l’ingresso in campo di Juanito Gomez per l’acciaccato Jankovic regala velocità e coraggio ai gialloblù. Nei primi dieci minuti Toni perde la sfida con Marchetti andando al tiro tre volte, almeno un paio per errori difensivi di De Vrij, ma senza trovare la porta. Incontro che avviene al 68′ grazie all’ingenuità di Cavanda che si fa puntare e sorprendere da Gomez atterrandolo in area, regalando il rigore all’Hellas e ricevendo in omaggio il cartellino rosso per somma di ammonizioni che cambia la partita. Dagli undici metri Toni non sbaglia tornando a quel gol che mancava dalla seconda giornata.
Nel finale però al Verona è mancato il coraggio di crederci fino in fondo, forse influenzato dalle due scoppole recenti. Si è divisa la posta in palio e per quanto visto in campo, forse, è giusto così.

LE PAGELLE

Toni 6,5 – Il ritorno al gol è la notizia migliore che i tifosi dell’Hellas potessero aspettarsi. Per il resto tante sportellate e qualche occasione sprecata non da lui. E’ vivace, questo è un buon segno.
Biglia 6,5 – In mezzo al campo domina e recupera una quantità industriale di palloni. Poi non è preciso nell’impostazione, ma non può fare tutto lui.
Gomez 6,5 – Il suo ingresso in campo manda in tilt Cavanda. Si procura il rigore e poi cala, ma il pareggio è soprattutto merito suo.
Djordjevic 5 – Un fantasma per novanta minuti e la sensazione è che l’espulsione di Cavanda gli abbia regalato buona parte del secondo tempo. Un passo indietro rispetto al recente passato.

IL TABELLINO
VERONA-LAZIO 1-1
Verona (4-3-3): Rafael 6; Martic 5 (1′ st Sorensen 6), Moras 5, Marquez 6, Agostini 6; Campanharo 6, Tachtsidis 5 (33′ st Ionita sv), Hallfredsson 6; Jankovic 5,5 (1′ st Gomez 6,5), Toni 6,5, Nico Lopez 6. A disp.: Benussi, Gollini, Lazaros, Luna, Brivio, Ale. Gonzalez, Valoti, Saviola, Nené. All.: Mandorlini 6
Lazio (4-3-3): Marchetti 6; Cavanda 5, De Vrij 5,5, Ciani 6, Radu 6; Parolo 5, Biglia 6,5, Onazi 5 (14′ st Gonzalez 6); Candreva 5,5, Djordjevic 5 (42′ st Klose sv), Lulic 6,5 (14′ st Anderson 6,5). A disp.: Berisha, Strakosha, Novaretti, Braafheid, Pereirinha, Ederson, Ledesma. All.: Pioli 6
Arbitro: Irrati
Marcatori: 43′ Lulic (L), 24′ st rig. Toni (V)
Ammoniti: Martic, Campanharo (V); Onazi, Biglia (L)
Espulsi: 23′ st Cavanda per somma di ammonizioni

Fonte: Sport Mediaset

LASCIA UN COMMENTO

*