Hellas raggiunto nel finale dal Sassuolo, si chiude 3 a 3 al Mapei Stadium

La 28^ giornata del campionato di Serie A vede scendere in campo Sassuolo ed Hellas Verona.

Un primo tempo giocato soprattutto nella parte centrale del campo con le due compagini che cercano prima di tutto di non esporsi pensando più a difendere che ad attaccare.

Ne risulta una partita un po’ noiosa con i due portieri di fatto mai chiamati in causa.

Unica nota negativa per gli scaligeri è l’ammonizione del difensore Kumbulla, che essendo già diffidato sarà costretto a saltare la prossima gara.

Prima della ripresa esce proprio il difensore albanese che lascia il posto ad Alan Empereur. Ora aumentano intensità e velocità e i gialloblù ingranano la marcia giusta al minuto 50 con un grandissimo gol di Lazovic su cui Consigli non può proprio nulla. Ma la gioia dei nostri dura pochissimo e ai neroverdi bastano solo due minuti per pareggiare con Boga che insacca la biglia con un bel tiro dal lato sinistro.

Dopo un primo tempo senza tiri ora la storia cambia e al minuto 56 è Mariusz Stepinski ad insaccare la biglia in porta sfruttando un bellissimo assist di Lazovic. L’autore del gol viene poi tolto dal campo e al suo posto entra Giampaolo Pazzini.

Per un fallo su Zaccagni mister Juric richiama più volte il direttore di gara che lo ammonisce. Minuto 67 esce Veloso ed entra Badu. Il Verona ora dilaga ed un rimpallo consente a Pessina di trovarsi a tu per tu con il portiere del Sassuolo e ad infilare la terza rete.

A -15 dal novantesimo è Boga ha riportare in partita il Sassuolo grazie ad un gol di pregevole fattura. Ora bisogna soffrire, stringere i denti e cercare di difendere il risultato. C’è tempo per l’ultimo cambio con Verre che subentra a Zaccagni. Nel finale almeno quattro interventi decisivi di Silvestri tengono in cassaforte il risultato fino a pochi secondi dal termine dove Rogerio trova un gol bellissimo che chiude la contesa in parità.

Si chiude così una partita a due facce, la prima lenta e noiosa, la secondo con sei reti.

Stefano Pozza
Dopo il diploma di maturità classica, mi sono laureato in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Padova. Dal marzo 2012 sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti, elenco pubblicisti. Nella vita di tutti i giorni lavoro come Buyer, e coltivo due grandi passioni: la politica e il giornalismo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*