Hellas, “vaso di coccio” che può creparsi ma non rompersi

Oggi rifinitura mattutina a porte chiuse e poi partenza per Napoli. Il Verona, “vaso di coccio in mezzo a vasi di ferro”, prepara la spedizione in terra campana sapendo di trovarsi tra l’incudine (la rabbia dei tifosi), e il martello (la classe della formazione partenopea). Chiunque scenderà in campo sarà comunque chiamato a dimostrare di avere carattere e determinazione. Indipendentemente dal risultato finale.

Paradossi: l’ultima posizione in classifica non è un alibi. Non si gioca tanto per giocare. Si scende in serie B con onore e dignità. Questo è il significato della protesta dei tifosi, che si sono sentiti traditi dopo la sconfitta interna con il Carpi. In un’altra piazza probabilmente la squadra avrebbe già deposto le armi, giocando senza tanti assilli, ma a Verona questo non deve succedere. Un paradosso che sulle rive dell’Adige si chiama coerenza e amore per la maglia.

M.Cor.

LASCIA UN COMMENTO

*