Juric: “Calcisticamente il 2020 è stato un anno fantastico, ma non dobbiamo sottovalutare nulla se vogliamo salvarci”

Queste le  principali dichiarazioni dell’allenatore gialloblù Ivan Juric, rilasciate al termine di Hellas Verona-Inter:

Pur nella sconfitta, Magnani simbolo della generosità ma anche dei margini di crescita di questa squadra? Lui ha tutte le caratteristiche giuste per poter fare bene. Oggi ha fatto una grandissima partita per 80 minuti e sicuramente, con il lavoro, arriverà a poterne fare 95 al meglio, senza cali fisici. In Serie A non ci si può accontentare e noi tutti, come Club, non dobbiamo sottovalutare nulla, se vogliamo salvarci. Altrimenti rischiamo.

Cosa mi porto dietro di questo 2020? Questo è stato un anno fantastico sia a livello calcistico che personale. Il Covid ci ha toccati tutti, ma per la mia famiglia è stato un anno felicissimo, anche per come siamo stati accolti a Verona. Devo ringraziare tutta la Società e anche la città, perché qui sono davvero felice.

Un messaggio di speranza per il prossimo anno? Tutto quello che stiamo vivendo e che ha cambiato le nostre vite è destinato a passare. Supereremo questo momento. A me è piaciuto il modo in cui il popolo italiano ha saputo reagire a questa situazione, e ormai anch’io mi sento italiano. Andrà progressivamente meglio. È difficile, ma dobbiamo cercare di ritagliarci momenti di allegria e di gioia, vivendo e pensando con ottimismo. A Verona, lo sanno fanno, perché qui la gente ha spirito e auguro ai veronesi di tornare presto ad uscire e divertirsi. fonte: hellasverona.it

Stefano Pozza
Dopo il diploma di maturità classica, mi sono laureato in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Padova. Dal marzo 2012 sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti, elenco pubblicisti. Nella vita di tutti i giorni lavoro come Buyer, e coltivo due grandi passioni: la politica e il giornalismo.

1 COMMENTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*