Juric: “Contento delle prestazioni ma dobbiamo tornare a fare punti”

Queste le dichiarazioni di mister Ivan Juric nella conferenza stampa alla vigilia di Hellas Verona – Torino:

Torino? Squadra forte, noi però pensiamo a noi stessi per affrontarla con lo spirito di sempre, pensando al fatto che è un’altra occasione per fare punti.

Belotti? Sia lui che Zaza sono due grandissimi attaccanti. Ogni squadra in serie a ha grandissimi giocatori e noi dobbiamo fare i conti con loro.

Il nostro percorso? Non mi aspettavo certe prestazioni, sono sincero, ma quello che conta è fare punti. Siamo molto contenti di come ci stiamo esprimendo, ma vogliamo muovere la classifica. Contro Roma e Atalanta abbiamo commesso errori difensivi che normalmente eravamo bravi a non fare, e mi dispiace perché sono state due grandi prestazioni, specialmente contro i giallorossi. Il mercato non ci deve distrarre, voglio vedere ancora una volta una grande prestazione perché sarebbe molto importante chiudere bene.

Quello che è successo in questi giorni? La squadra deve pensare solo a giocare, ci dobbiamo concentrare per la prossima partita e cercare di finire bene. Voglio vedere la prestazione, sarebbe un peccato chiudere l’anno senza fare la prestazione.

Gasperini, il quasi pareggio dell’Atalanta e il risultato in Europa? Gli altri hanno più di noi, l’ho sempre detto, però la mia squadra lotta con tutte e non ha paura di nessuno. Sono felicissimo per Gasperini per me è persona importantissima dopo la mia famiglia.

Aprire qualcosa di importante qui a Verona? Qui passa tutto dalla salvezza. Mercato, valorizzazione dei giocatori contano poco, l’obiettivo che conta è la salvezza. Le prestazioni non contano nulla, dobbiamo fare tutto per salvarci. Dopo questo si parlerà.

Impressionato dal Bentegodi o da San Zeno? San Zeno bellissima cattedrale.

Natale a Verona? Andrò un po’ a casa dalla mia famiglia. Tengo per me queste cose.

Il complimento di Simeone? È un mio figliuzzo, è una delle persone migliori che ho conosciuto da quando alleno. Ci siamo trovati meglio prima come persone.

Di Carmine? Mi piacciono i suoi movimenti, deve continuare così, a lavorare per la squadra.

Badu? Ha cominciato a lavorare con noi, penso che a gennaio sarà disponibile. Anche Bessa ha cominciare a fare delle cose con la squadra e, con un po’ di pazienza, tornerà pienamente disponibile

Gunter? Gunter giocherà, vediamo Kumbulla.

Zaccagni o Pessina? Sono contento di tutti i giocatori perché stanno crescendo alla grande. Pessina cresce a vista d’occhio partita dopo partita.

L’importanza degli esterni? Stanno facendo bene anche loro (Lazovic – Faraoni) e stanno continuando a crescere.

Torino speculare al Verona, come si affronta? Mister Mazzarri prepara sempre bene le gare. Dobbiamo non fare errori e cercare di fare bene.

CONDIVIDI
Stefano Pozza
Dopo il diploma di maturità classica, mi sono laureato in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Padova. Dal marzo 2012 sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti, elenco pubblicisti. Nella vita di tutti i giorni lavoro come Buyer, e coltivo due grandi passioni: la politica e il giornalismo.

LASCIA UN COMMENTO

*