Juric: “Dobbiamo continuare a fare punti per l’obiettivo. Non è che non siamo ambiziosi”

Queste le parole di Ivan Juric dopo la gara pareggiata a San Siro con il Milan:

La partita? La Squadra ha fatto una grande partita sia in 10 che in 11. Creato tante occasioni e preso due pali. Poi in dieci bravi a difendere.

La mentalità aggressiva anche nel cambio? Sono giocatori che danno tutto, Verre aveva speso molto e Borini ci poteva dare qualcosa.

Numeri importanti? Vedo bene la squadra da tanto tempo, abbiamo inserito tante cose nuove nel gioco. Dobbiamo fare punti dove è possibile, 1 o 3 che siano anche con partite magari non belle.

Mercato? Abbiamo sostituito giocatori che giocavano poco con giocatori che ci possono dare qualcosina in più, speriamo si inseriscano subito bene.

La Lazio? Squadra forte, per noi è come un jolly che ci vogliamo giocare bene.

Dominato per 20 minuti? Abbiamo preso qualche rischio lasciando i difensori con giocatori veloci, e sono stati bravi. Poi abbiamo fatto bene anche a livello di gioco.

Difficile difendere in 10? Sono orgoglioso perché non è facile passare alla mentalità di difesa così. Contento dei miei ragazzi. Abbiamo provato a ripartire in alcune situazioni, complimenti alla squadra.

Senza punta? Non volevo fare punti di riferimento. In alcune partite non serve la punta centrale.

Lazio e Verona due squadre in salute? Quando vedo la Lazio vede dei grandi giocatori. Noi giochiamo come sappiamo e vedremo che succede.

L’obiettivo? Non sono un falso umile, non bisogna illudersi. Bisogna fare punti, vedremo che succede, non è che non siamo ambizioni.

CONDIVIDI
Stefano Pozza
Dopo il diploma di maturità classica, mi sono laureato in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Padova. Dal marzo 2012 sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti, elenco pubblicisti. Nella vita di tutti i giorni lavoro come Buyer, e coltivo due grandi passioni: la politica e il giornalismo.

LASCIA UN COMMENTO

*