La difesa gialloblù e’ un colabrodo. Senza “Taxi” torniamo a prenderne tre

Le tre reti incassare in 11′ dai romagnoli riaprono la questione difesa. Perché se è vero che i primi due sono stati frutto di prodezze balistiche, e’ altrettanto vero che sul siluro di Carbonero nessun gialloblù e’ uscito a chiudere, che sul secondo il fallo di Rodriguez che ha causato la perla di Brienza era evitabile e che sul terzo la complicità di mezza difesa e centrocampo e’ evidente. Peccati di presunzione? Forse si. Sul 3-0 nessuno si aspettava il recupero del malconcio Cesena e non doveva succedere. Era l’occasione per limitare i gol subiti e strappare con decisione il “pass” per la terza stagione in A. Appuntamento tuttavia solo rimandato. Dato statistico: era dal 15 febbraio che il Verona non incassava più di due gol a partita: sabato e’ successo in concomitanza con l’assenza del greco Tachtsidis, che probabilmente da qualche gara aveva trovato i sincronismi giusti con il pacchetto arretrato proteggendo e filtrando a dovere i centrali gialloblù.

LASCIA UN COMMENTO

*