Questione di dignità..

di Michele Coratto

1 punto all’Olimpico è tanta roba. Un pareggio che tampona l’emorragia. Il malato Hellas non è moribondo. Si è rialzato in piedi e non si arrende. Il margine dalle inseguite si è allungato ancora ma le risposte sul campo vanno nella direzione opposta. Conforto arriva anche dallo stoico Wszolek che racconta di essere pronto a morire sul rettangolo di gioco. Gli crediamo. I 221 ragazzi dalle sciarpe gialloblu’ gli credono. La trasferta di Roma non si è tramutata in debacle. Del Neri l’ha chiamata dignità. Quella che non ha avuto il Gran Capitan, tanto per parlar chiaro. Chi è rimasto sta dando tutto. I gialloblù mai come ora meritano rispetto e sostegno. Fino alla fine.

CONDIVIDI
Michele Coratto
Michele Coratto si diploma al Liceo Classico “Scipione Maffei” e si laurea in Scienze della Comunicazione a Verona. Giornalista dal 2011, collabora con la Redazione Sportiva de L'Arena ed è Direttore Responsabile di Hellas News.

LASCIA UN COMMENTO

*