La precisazione dei legali di Maurizio Setti

Questa la nota ufficiale dei legali del Presidente gialloblù Maurizio Setti:

“Verona 22 novembre 2018

In merito alle notizie riportate in data odierna da alcuni organi di stampa riguardo a supposti contenziosi tra Gabriele Volpi e Maurizio Setti, quest’ultimo ci autorizza a precisare, in veste di suoi legali, quanto segue:

– il Presidente Setti non è direttamente coinvolto in nessuna causa e non è stata pronunciata contro di lui alcuna condanna a risarcire danni;

– il Tribunale di Genova non ha emesso alcuna sentenza; ètuttora pendente la causa promossa da San Rocco Immobiliare in liquidazione S.p.A. (ora divenuta Santa Benessere S.p.A.) contro HV7 S.p.A. e Falco Investments (ora diventata H23 S.p.A.), in cui San Rocco Immobiliare afferma di essere titolare del diritto al rimborso anticipato (rispetto alla scadenza del 30.6.2019) di un prestito obbligazionario di € 5 milioni; la causa è stata sospesa dal Giudice in attesa della decisione della Corte di cassazione, che dovrà dire se il Tribunale di Genova è competente a deciderla; pertanto, San Rocco non ha vinto la causa e non c’è nessuna condanna di HV7 S.p.A. e/o H23 S.p.A. a pagare alcuna somma; in questa causa il Tribunale di Genova, respingendo per ben due volte le istanze cautelari di San Rocco Immobiliare, ha rilevato che H23 S.p.A. non ha debiti verso San Rocco Immobiliare;

– la società Lonestar S.A. aveva promosso una causa in Lussemburgo contro Falco Investments, domandando la restituzione di un residuo prestito di circa € 6 milioni; Falco Investments si era difesa sostenendo: a) di non conoscere la società Lonestar S.A. e di non avere mai avuto rapporti con essa; b) di avere sottoscritto un accordo con una banca a fronte del quale ha ricevuto un finanziamento dalla stessa; c) di averlo in parte già rimborsato alla medesima banca e di essere pronta a rimborsare alla banca anche il residuo prestito;

– il Tribunale lussemburghese ha di recente sentenziato che Falco Investments ètenuta a rimborsare il residuo prestito a Lonestar S.A., quale titolare delle obbligazioni collocate autonomamente dalla banca sul mercato; il Giudice lussemburghese ha, peraltro, respinto la domanda di Lonestar S.A di autorizzare l’immediata esecuzione della sentenza; la controversia è ancora pendente e dovrà essere decisa dalla Corte d’appello lussemburghese.

– Antonella Benedetti – Paolo Pasetto ”

LASCIA UN COMMENTO

*