L’Analisi – di Damiano Conati

Contro la capolista. Contro la sfiga. A San Siro. Il Verona ha fatto una partita superba dove il pareggio sarebbe stato addirittura stretto! E per colpa di una disattenzione sanguinosa di un terzino che non giocava da oltre un anno, i gialloblù tornano a casa con un pugno di mosche!

Peccato. Ma questo Verona è vivo. Sfortunato, ma vivo.

CONDIVIDI
Damiano Conati
Ho 34 anni, sono sposato da 10 e ho tre bellissimi bambini. Laureato in Scienze della comunicazione, sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti dal 2005. Giá collaboratore di molte testate locali, presidente di una società di basket, ho vissuto tre anni in missione in Brasile e attualmente lavoro come operatore sociale in Caritas Verona.

LASCIA UN COMMENTO

*