Latina vs H.Verona 2-0

?Prima di ritorno per i gialloblù di Mister Pecchia, che per la prima volta nella storia giocano un match a Latina. All’andata finì 4 a 1 per gli scaligeri.

Assente per squalifica Marco Ezio Fossati, nella formazione ufficiale parte ancora dal primo minuto il difensore Boldor, mentre in attacco la novità è la presenza Juanito Gomez, nel tridente assieme a Siligardi e Pazzini.

Inizia la partita, e il Verona subisce il Latina: nemmeno una azione offensiva nella prima decina di minuti, con i neroazzurri che provano in tutti i modi a portarsi in vantaggio.

Al 9° minuto arriva il gol dei locali: calcio d’angolo battuto da Scaglia, rimpallo in area e gol di destro di Brosco.

Dopo il gol subito il Verona cresce, senza però mostrare una buona idea di gioco. Palla lunga alla ricerca di qualcuno davanti, ma senza mai riuscire a rendersi pericolosi. 

Al 36° il Verona rischia di prendere un altro gol: bella ripartenza in velocità di Insigne, che brucia la difesa gialloblù, e solo a tu per tu con Nicolas costringe l’estremo difensore scaligero al miracolo. 

L’Hellas oltre ad aver completamente regalato agli avversari i primi dieci minuti della partita, sono parsi scarichi e con poche idee.

Senza recupero si chiude un brutto primo tempo per i nostri, con i locali che meritano il vantaggio.

Inizia la ripresa, e la storia sembra quella già vista nella prima frazione
11° fuori Juanito Gomez dentro Simone Andrea Ganz.

I ragazzi di Pecchia ci provano, e i padroni di casa ora preferisco difendere che buttarsi avanti. L’impressione é che manchi solo la zampata finale. 

Al 23° i gialloblù protestano per un’evidente fallo di mano in area di Bandinelli, ma l’arbitro non la pensa allo stesso modo, e lascia correre. Era rigore netto!

Alla mezz’ora c’è l’esordio in Italia di Bruno Zuculini, che prende il posto di Romulo. 

I gialloblù ci credono, anche perché i neroblu fisicamente sono calati molto.
Al 40° Capelluzzo prende il posto di Zaccagni. 

Ma allo scadere, quando il Verona é scoperto, Acosty si lancia in fascia, mette palla al centro per Boakye che insacca palla in rete, regalando ai suoi il 2 a 0.

Brutta partita per l’Hellas, così non va!
Ora testa alla sfida fondamentale di domenica prossima in casa alle 17.30 contro la Salernitana.

Stefano Pozza

CONDIVIDI
Stefano Pozza
Dopo il diploma di maturità classica, mi sono laureato in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Padova. Dal marzo 2012 sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti, elenco pubblicisti. Nella vita di tutti i giorni lavoro come Buyer, e coltivo due grandi passioni: la politica e il giornalismo.

LASCIA UN COMMENTO

*