Lettera aperta a Maurizio Setti

Di seguito pubblichiamo la lettera di un tifoso gialloblù che apertamente critica l’operato della Società scrivendo “direttamente” al Presidente Maurizio Setti:

Caro Maurizio, 

o classe dato che anca mi son del 3… con la presente ti voglio dire un paio di cosine. Il tuo feeling con i tifosi è mancato fin dalla campagna abbonamenti di due stagioni fa: allora tu e “sciarpetta” avevate chiesto sacrifici economici promettendo che dodici mesi dopo tutto sarebbe tornato alla normalità. In realtà il costo degli abbonamenti è rimasto invariato e dopo aver speso più di un milione delle vecchie lire per coprire il costo della mia tessera più quelle dei miei due figli, ho dovuto far fronte ad esigenze di bilancio familiare che mi hanno imposto di far rinunciare a mia figlia di venire allo stadio. Per non parlare poi di quando durante la campagna acquisti di quest’anno incensasti il mercato di Bigon alludendo al fatto che aveva trasformato l’Hellas in una compagine più italiana ma sopratutto più giovane: ancora bugie. Ricordo poi quando con enfasi spiegasti che il modello Borussia Dortmund sarebbe rimasto centrale nel tuo operato (hahahahahaha) – ancora menzogne. Sbagliasti anche nel far sottoscrivere un biennale a Mandorlini (che cmq a me piace molto) perché il tecnico, per ovvi motivi di cicli destinati a terminare, ne meritava uno eventualmente opzionabile per il futuro. Rimasi poi senza parole quando ti ascoltai nel dopo partita Verona vs Bologna: in quel frangente Andrea andava esonerato ma tu ti copristi di ridicolo con dichiarazioni assurde. “IL MISTER È SUPER CONFERMATO….SIAMO FORTI”. Mi viene poi da sorridere se ripenso al voto che ti sei dato (8) per la campagna acquisti di quest’estate. Ora, alla fine del girone d’andata, dimmi la verità: pensavi davvero che questa rosa fosse forte? Da tifoso vero e di vecchia data dell’Hellas concludo la mia con l’ultima critica, forse quella che mi fa più male: sei perfino riuscito a cambiare i nostri colori con le inguardabili maglie fluo’ (forse perché a te sta anche bene che la tua squadra del cuore giochi con la maglia rosa e non bianconera come ieri sera). Sei riuscito in buona sostanza a portarci sull’orlo del baratro grazie alla tua smodata e scellerata presunzione ma ricordati, caro presidente, che quando non sarai più padrone dell’Hellas, io sarò ancora in curva sud. Ed insieme a me tanti altri butei nelle cui vene scorre sangue gialloblù. Noi ci saremo sempre, anche in serie C perché noi L’HELLAS LO AMIAMO per davvero.
Ciao classe

Supermike da Corgnan

LASCIA UN COMMENTO

*