L’Hellas all’esame Milan

Contro il Milan non sarà una passeggiata. Questo è scontato. Il Milan è da considerarsi una grande squadra anche se rispetto agli anni passati non c’è più la stessa qualità. Il neo tecnico Inzaghi tuttavia sopperisce alla minor tecnica con la cattiveria agonistica e la fame di risultati propria delle provinciali. Poi, francamente, parlare di un Milan ridimensionato a livello tecnico pare quantomeno un’esagerazione: Lopez, Alex, Rami, Menez, Torres e gli altri non sono “scartini”. Prova ne è che la compagine rossonera ha fin qui ottenuto la palma di miglior attacco del torneo con già 13 gol nel paniere. E proprio facendo riferimento alla prolificita’ dei frombolieri rossoneri, domenica prossima sarà interessante verificare la tenuta del pacchetto arretrato dell’Hellas, a sua volta quinto nella speciale classifica delle reti incassate. Marquez, Moras e compagni saranno quindi chiamati all’esame di maturità allorquando verrà testata la reale tenuta della linea difensiva e al contempo le aspirazioni del Verona. Con un quarto e spiccioli dei punti salvezza già in tasca, la truppa di Mandorlini, ambiziosa tra le outsider, proverà a ripetere l’impresa dell’anno scorso quando uno straordinario Toni mise KO il Diavolo. Da oggi inizia ufficialmente il conto alla rovescia per l’atteso match con il club del Presidente Berlusconi. In palio non c’è solo il prestigio. Ma anche il quinto posto, utile per rinforzare la posizione di classifica e per continuare a coltivare quel sogno “Europa League”, la passata stagione scivolato via alla fine con grande rammarico di tutti.

Michele Coratto

CONDIVIDI
Michele Coratto
Michele Coratto si diploma al Liceo Classico “Scipione Maffei” e si laurea in Scienze della Comunicazione a Verona. Giornalista dal 2011, collabora con la Redazione Sportiva de L'Arena ed è Direttore Responsabile di Hellas News.

LASCIA UN COMMENTO

*