L’Hellas si aggiudica il Derby del Garda battendo il Brescia 2 a 1

L’undicesima giornata del campionato di Serie A vede scendere in campo Hellas Verona e Brescia.

Derby del Garda molto importante un chiave salvezza tra due compagini neopromosse, con i gialloblù che vantano sino ad ora un buon bottino di punti mentre gli ospiti sono leggermente più in crisi con la panchina di Corinto che traballa molto.

Ivan Juric deve rinunciare a Gunter a causa di un attacco di febbre e si affida a Empereur, mentre davanti spazio a Salcedo con Stepinski che si accomoda in panchina e Di Carmine addirittura in tribuna per scelta tecnica.

Sotto una pioggia battente inizia il match e in campo sembra regnare l’equilibrio con le due compagini che provano a studiare i rispettivi avversari. Il Verona cerca di creare qualcosa ma il Brescia appare abbastanza aggressivo neo contrasti subendo due ammonizioni nei primi dieci minuti (Martella – Mangraviti).

Al 13esimo Kumbulla resta a terra dopo un contrasto ed è costretto ad uscire; al suo posto entra Pawel Dawidowicz.

La partita pian piano si apre e al 26esimo Mario Balotelli con un potente calcio di punizione dalla trequarti costringe alla paratona Silvestri bravi a deviare la palla sul palo. Alla mezz’ora bel lancio di Rrahmani a cercare Salcedo che supera in velocità il difensore bresciano e viene atterrato. Dapprima l’arbitro concede il rigore, ma consultando il VAR lo annulla.

Nel finale di primo tempo ci prova Salcedo dal limite ma Joronen è attento. Si chiude la prima frazione di gara.

Iniziano i secondi quarantacinque minuti di gioco e dopo 4 minuti io Verona passa in vantaggio: calcio d’angolo battuto da Veloso è bellissima incornata di Salcedo che porta in vantaggio i gialloblù.

Secondo cambio per Juric al 7 minuto: esce Veloso ed entra Pessina.

La partita è molto maschia e ne beneficia lo spettacolo. Il Brescia cerca di schiacciare in area gli scaligeri che cercano di ripartire con velocità ogni qualvolta ne abbiano la possibilità. Ultimo cambio per Juric al minuto 27: esce Salcedo ed entra Stepinski.

Al minuto 35 bella azione di Zaccagni sulla fascia sinistra che serve la biglia a Matteo Pessina che insacca l’importantissima rete del 2 a 0.

4 minuti più tardi il Verona con troppi giocatori avanti manca una clamorosa occasione e nella ripartenza il Brescia accorcia con un bel gol di Balotelli. Un gol che si poteva benissimo evitare, un regalo da parte dei gialloblù che fanno tornare le rondinella in partita.

I gialloblù guadagnano così altri 3 punti importantissimi con una prestazione molto positiva.

FORMAZIONI UFFICIALI

HELLAS VERONA: Silvestri, Rrahmani, Kumbulla (13 Dawidowicz), Empereur, Faraoni, Veloso (7 2t Pessina), Amrabat, Lazovic, Verre, Zaccagni, Salcedo (27 2t Stepinski). Allenatore: Juric.

BRESCIA: Joronen, Sabelli, Mateju, Tonali, Donnarumma (25 2t Matri), Cistana, Mangraviti (1 2t Ndoj). Bisoli, Martella (40 2t Curcio), Romulo, Balotelli. Allenatore: Corini.

Arbitro: Maurizio Mariani (sez. AIA Aprilia)

Assistenti: Valentino Fiorito (sez. AIA Salerno) e Giorgio Schenone (sez. AIA Genova)

Stefano Pozza
Dopo il diploma di maturità classica, mi sono laureato in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Padova. Dal marzo 2012 sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti, elenco pubblicisti. Nella vita di tutti i giorni lavoro come Buyer, e coltivo due grandi passioni: la politica e il giornalismo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

*