L’Hellas spuntato

Un Verona irriconoscibile nel reparto d’attacco. O perlomeno oggi difficile da interpretare. Nel 4 3 3 di Mandorlini oltre ai terminali centrali servono laterali offensivi. E l’Hellas in questo momento ne ha bisogno come il pane. Soprattutto dopo l’uscita di scena di Marquinho, Martinho e Iturbe. Al momento, gli unici interpreti veri in quei ruoli sono Gomez, Jankovic e quel Chanturia ancora non tesserato e in attesa di valutazione del mister. Ecco quindi che Mandorlini avrà certamente chiesto garanzie alla Società. Sogliano lo sa e ha il compito di trovare i nuovi “tartufi” gialloblù: giocatori in erba ma talentuosi da svezzare per farli diventare campioni. Come è successo per Iturbe. Per questo il diesse scaligero sta sondando il mercato sudamericano e vagliando diverse opzioni. Ad oggi sono due i profili più interessanti: il primo è quello del chiacchieratissimo “Tito” Villalba, stella del San Lorenzo in semifinale di Coppa Libertadores, il secondo corrisponde a Lucas Evangelista, brasiliano diciannovenne del San Paolo. Per entrambi le possibilità di vestire il gialloblù dell’Hellas sono molto elevate. Ora si tratta solo di convenire a prezzi accettabili per acquirente e venditore. Il discorso vale soprattutto per Villalba il cui cartellino è valutato quattro milioni di euro. Il Verona ci proverà lo stesso, sia per lui che per Evangelista. Ci sono da colmare i vuoti nel reparto d’attacco e completare il tridente da consegnare a Mandorlini.

LASCIA UN COMMENTO

*