L’Hellas stende il Perugia, ma che paura nel finale

La 28^ giornata del campionato di Serie B vede scendere in campo l’Hellas Verona ospite in questo anticipo del Perugia.

“Una partita importante ma non fondamentale” per mister Fabio Grosso, forse però mai come questa sera servirebbe un risultato positivo per dare finalmente un minimo di continuità ai risultati degli scaligeri. Out questa sera capitan Pazzini al quale per scelta tecnica viene preferito Di Carmine, Bianchetti schierato invece terzino destro con Faraoni a centrocampo.

Inizia la contesa e i primi nove minuti sono un vero e proprio assedio dei veronesi all’area dei grifoni; proprio i locali sembrano subire un po’ troppo le nostre scorribande offensive con qualche errore di troppo.

Con il passare dei minuti il Verona cala ritmo di gioco e i locali riescono a rialzare la testa cercando di colpire i nostri con veloci ripartenze. I minuti scorrono lentamente verso il 45esimo in un match che diventa incredibilmente noioso.

Senza cambi inizia il secondo tempo, e l’impressione è che i gialloblù siano troppo imprecisi nei passaggi finali in zona offensiva. Ma al 53 il Verona la sblocca: angolo battuto dalla destra da Laribi e gol di testa di Matteo Bianchetti abile a svettare in area avversaria. Bastano altri sei minuti ai gialloblù per portarsi suo 2 a 0: bella biglia al centro finta di Lee e bella botta di Henderson che infila la biglia in rete.

Mister Grosso manda nella mischia Andrea Danzi al 67 minuto subentrando a Karim Laribi. Al 77esimo arriva il turno di Giampaolo Pazzini che subentra a Di Carmine che si è visto veramente poco in campo questa sera.

A 5 dal termine il Perugia accorcia le distanze con un bel gol di Verre che mette a segno una rete d’alta qualità. C’è tempo per l’ingresso in campo di Tupta al 92esimo al posto di Henderson.

Il Verona torna dalla trasferta in Umbria con 3 punti fondamentali in ottica raggiungimento obiettivo, al termine di un match in cui i gialloblù hanno saputo controllare gli avversarsi colpendoli nei momenti più opportuni. Paura nei minuti finali ma fortunatamente il match si chiude con la vittoria degli scaligeri.

Tabellino:

PERUGIA: Gabriel, Rosi (69 Falasco), Verre, Mazzocchi, Melchiorri (88 Vido), Sgarbi, Kingsley (66 Han), Carraro, Dragomir, Falzerano, Gyomber. Allenatore: Nesta.

HELLAS VERONA: Silvestri, Bianchetti, Empereur, Dawidowicz, Balkovec, Faraoni, Gustafson, Henderson (92 Tupta) Lee, Di Carmine (77 Pazzini), Laribi (67 Danzi). Allenatore: Grosso.

Arbitro: Antonio Di Martino (sez. AIA di Teramo)

Assistenti: Alessandro Cipressa (sez. AIA di Lecce) e Marcello Rossi (sez. AIA di Novara)

IV uomo: Antonio Rapuano (sez. AIA di Rimini).

CONDIVIDI
Stefano Pozza
Dopo il diploma di maturità classica, mi sono laureato in Scienze Politiche presso l'Università degli studi di Padova. Dal marzo 2012 sono iscritto all'Ordine dei Giornalisti, elenco pubblicisti. Nella vita di tutti i giorni lavoro come Buyer, e coltivo due grandi passioni: la politica e il giornalismo.

LASCIA UN COMMENTO

*