Lo spettro della cessione dell’Hellas Verona

di Michele Coratto

Hellas Verona in vendita? Da ambienti vicini alla società pare che nonostante le rassicurazioni del caso, le quote del club potrebbero presto finire sul mercato. Il bilancio del Verona, influenzato dalla vendita del marchio alla correlata “Hellas Verona Marketing & Communication S.r.l”,  si assesterà con l’introito dell’ormai famoso “paracadute”, rimpolpato dalle probabili cessioni dei calciatori con maggior mercato (Ionita e Gollini su tutti). E poi? E poi c’è chi giura che il club di via Belgio conoscerà un altro proprietario, per ripartire (stavolta sì) da nuove fondamenta. Se passaggio di mano sarà, i tempi saranno maturi verso fine anno (solare), quando il Patron di Manila Grace sarà presumibilmente pronto per la cessione. Ai tifosi non resta che pregare che non sia così. Io per primo non voglio dare credito a certe notizie, ritenendo il Presidente tutt’altro che un millantatore. Considero la caduta nel purgatorio della B un incidente di percorso ed aspetto con moderata pazienza il momento in cui potrò godermi il promesso modello “Borussia Dortmund”, finora purtroppo solo catalogato tra le pie illusioni.

CONDIVIDI
Michele Coratto
Michele Coratto si diploma al Liceo Classico “Scipione Maffei” e si laurea in Scienze della Comunicazione a Verona. Giornalista dal 2011, collabora con la Redazione Sportiva de L'Arena ed è Direttore Responsabile di Hellas News.

2 COMMENTS

  1. Pie illusioni quelle del Direttore M.C. Setti sta cavalcando il paracadute solo per portare a terra le sue chiappe. Farà fagotto e tornerà a fare il magliaro su qualche banchetto di periferia. Buona notte

  2. Senza offesa però non pubblicherei notizie che danno adito a ragionamenti sbagliati o per lo meno basati solosu congetture. Dire : “fonti vicine alla società” e “c’è chi giura che….” rischia si creare idee assurde di chissà quali trame e chissà quali complotti. Visto che a conti fatti di tangibile non c’è niente credo che comunque bisogna dare fiducia a Setti. Certo, a mio avviso, ha fatto degli errori ma credo in buona fede e non lo etichetterei come un speculatore. Magari il tempo mi darà torto ma fino a prova contraria gli concedo almeno il beneficio del dubbio.

LASCIA UN COMMENTO

*