Luca, la tensione e i tempi sbagliati

La notizia deflagra nel dopo partita: Luca Toni annuncia il ritiro a fine stagione. A maggio le candeline saranno 39 e l’abbandono può starci ma perché renderlo pubblico proprio ora? Il momento e’ delicato, con la squadra che cerca disperatamente di riemergere aggrappandosi alle doti balistiche del suo bomber. Lo spirito del gruppo, già martoriato psicologicamente, potrebbe risentirne. E non poco. Perché allora rischiare di aggravare ulteriormente la situazione? L’unica giustificazione è che le dichiarazioni dell’ex Campione del Mondo siano figlie della frustrazione per non aver trovato la via del gol ed essersi trovato di fronte un grande Skorupsi. Toni ha a cuore il Verona e di certo non intende chiudere la carriera con una retrocessione. Sono convinto che ieri l’amarezza della sconfitta gli abbia giocato un brutto scherzo. Luca e’ il nostro “totem” e da qui a fine stagione darà tutto se’ stesso per salvare ancora l’Hellas. Poi vedremo cosa accadrà.

M.C.

LASCIA UN COMMENTO

*