Mandorlini: “Con l’Empoli e’ dura. Il mio futuro: ho iniziato gli incontri con la Società”

Le dichiarazioni dell’allenatore gialloblù, Andrea Mandorlini, rilasciate durante la conferenza stampa alla vigilia di Hellas Verona-Empoli.

 

CON L’EMPOLI SARA’ UNA GARA DURA

“La più bella tra le mie 100 panchine in Serie A? Sono tutte belle, il mio è stato un percorso bello e lungo, speriamo di non fermarci qua. Adesso ci sono altre 3 partite per finire il campionato, cominceremo domenica in casa con l’Empoli che è la rivelazione del campionato a detta di tutti. Un commento alla partita con l’Empoli? Corrono forte, hanno molto entusiasmo. All’andata abbiamo sofferto, anche se abbiamo avuto diverse occasioni di vincere quella partita, Toni ha avuto diverse situazioni importanti. Loro giocano un calcio molto propositivo, giusto che tutti li riconoscano come la rivelazione del campionato. A loro vanno i miei complimenti. Con gli azzurri è sempre una gara dura, devi sapere quando e come difendere, anche altre squadre hanno fatto fatica con loro. Sono passati 4 mesi, entrambi siamo arrivati alla salvezza e possiamo giocare tranquilli. Un commento su Sarri? Non lo conosco molto, non guardo a casa sua. Ad Empoli sta facendo bene, si è ritagliato un momento importante e penso se lo meriti tutto: ci accomuna la gavetta, ne abbiamo fatta tanta. Un applauso anche alla sua società, che come la nostra è molto solida e a posto con i bilanci”.

 

FORMAZIONE? MOLTE LE MIE OPZIONI

“La formazione? Ho ancora qualche dubbio, in tutto i convocati saranno 24. Abbiamo recuperato Juanito, anche se è un po’ stanco. Non saranno della partita gli squalificati Jankovic e Tachtsidis e l’infortunato Ionita. Fares si è allenato in settimana con noi ma ha avuto una contusione e non è recuperabile. L’infortunio di Momo ha complicato un po’ le cose, è un ragazzo che sta bene e che ha gamba, poteva essere impiegato come esterno basso oppure essere un’alternativa davanti, siamo comunque sempre tanti e proveremo altre soluzioni. Possiamo provare con altri interpreti oppure con un cambio di gioco. Dare spazio a Nico Lopez nel tridente oppure provare con la coppia Toni-Saviola? Sono tutte alternative provate in settimana, la formazione la deciderò prima della gara, non sveliamo niente”.

 

TONI E MACCARONE, DUE “GIOVANI” NELLO SPIRITO

“Il duello Toni-Maccarone? Ho conosciuto Massimo a Siena, ad Empoli si è rimesso in gioco. Lui e Toni stanno bene fisicamente, lavorano bene e sono liberi di testa, hanno la loro età ma sono giovani di spirito e quando si allenano, oltre ad essere un punto i riferimento per i giovani”.

 

LE NOSTRE MOTIVAZIONI

“Che stimoli darò ai miei calciatori? Abbiamo ancora molte motivazioni, vogliamo migliorare la classifica perché questo porterebbe ad un aspetto societario importante per via dei contributi della Lega. E poi dobbiamo dare tutti molto di più per aiutare Luca Toni, le proveremo tutte per fargli vincere classifica marcatori, sarebbe un record importante che mi piacerebbe raggiungesse. Tutti adesso dobbiamo dare il massimo affinché le provi fino all’ultimo, Luca e tutta la squadra meritano quel titolo. Arrivare davanti al Chievo? Noi guardiamo a casa nostra, nella stracittadina abbiamo fatto un bel primo tempo giocando meglio di loro, abbiamo fatto due gol e siamo andati vicini a farne altri, il Chievo ha giocato meglio di noi nel secondo tempo ma non ha fatto nessun tiro in porta, abbiamo rischiato poco. L’anno scorso a quest’ora eravamo a giocarcela con la Lazio per un posto in Europa League e per un errore non nostro non ce l’abbiamo fatta. Quest’anno, invece, facciamo a gara con noi stessi, dobbiamo dare il massimo”.

 

LA PENNA? SPERIAMO CI PORTI BENE

“Un commento su La Penna? E’ un giovane di grande prospettiva, nel nostro unico precedente è andata bene, speriamo sia di buon auspicio perché dobbiamo tornare a vincere. Un commento su Rizzoli? Bisogna saper accettare e valutare gli errori, li fanno tutti. Sono due partite che siamo sfortunati con le decisioni degli arbitri, sono stati commessi errori a sfavore del Verona. Con L’Empoli è un’altra partita, dovremo essere concentrati e cercare di fare noi meno errori”.

 

LICENZA UEFA E BILANCI

“Un commento sul rinnovo della licenza Uefa? Sempre detto che siamo fortunati a giocare nel Verona. Siamo una società seria e a posto economicamente, avere i conti in regola nel calcio moderno è importante. Dispiace che altre squadre che hanno lottato tanto per l’Europa League abbiano incontrato dei problemi. Guardiamo a casa nostra e cerchiamo di fare bene”.

 

LA CORDATA USA? IO GUARDO IL CAMPO

“Un commento sulla cordata Usa? Questi discorsi vengono fuori sempre alla fine del campionato e comunque interessano poco alla parte tecnica. Non ho ancora sentito il presidente sull’argomento, ad ogni modo fa fede il comunicato ufficiale di smentita della società, credo che di veritiero ci sia poco. Se fosse, sarebbe motivo d’orgoglio, bisogna abituarsi a guardare all’estero”.

 

SUL FUTURO…

“Il mio futuro? Ho iniziato gli incontri con la società, ma non siamo ancora arrivati alla definizione del contratto, non ci sono problemi e mai ci sono stati. Non cambia il mio modo di pensare e vedere le cose”.


Fonte: H. Verona F.C.

LASCIA UN COMMENTO

*