Mandorlini: “Cose buone per 50 minuti”

Foto: Andrea Mandorlini (Fonte: Repubblica.it)

Burnley (INGHILTERRA) – Le dichiarazioni dell’allenatore gialloblù, Andrea Mandorlini, rilasciate a Telenuovo e ai media nazionali e locali al termine del test match Burnley-Hellas Verona.

IL TEST COL BURNLEY
“Ogni partita ha la sua storia, ma sono contento della prestazione. Per 50 minuti abbiamo fatto tante cose buone, poi abbiamo commesso qualche errore. L’importante comunque era mettere minuti nelle gambe e affrontare un avversario di livello che tra pochi giorni inizierà il proprio campionato. E’ stato in definitiva un buon test in preparazione degli impegni in TIM Cup e campionato che ci aspettano nelle prossime settimane. Ho visto molte cose positive, poi purtroppo abbiamo preso il primo gol subito dopo essere andati in vantaggio in maniera molto facile ma ci sta, in questo momento. Abbiamo provato anche la difesa con tre centrali con forza fisica che a mio avviso hanno fatto quello che dovevano. Nel primo tempo abbiamo avuto tante occasioni per andare in vantaggio. L’atmosfera? Molto bella, solo il risultato mi rode un po’, avremmo potuto vincerla.”.

I NOSTRI GRECI
“Lazaros nel tridente? Fa parte degli esperimenti per mettere in piedi una squadra all’altezza, oggi eravamo anche privi di Jankovic. Può giocare anche in mezzo al campo e ha anche fatto gol, è un calciatore di spessore che deve lavorare di più e lo farà. Tachtsidis? Gli piace giocare palle difficili, a volte gli riesce e altre no. Sono contento della sua crescita e continuerà a migliorare. E’ bravo a fare molte cose, può essere più preciso nella fase difensiva e nella pulizia delle chiusure. Forza spesso la giocata e a me questo piace, oggi ha fatto un errore evitabile ma ci sta e si sbaglia anche per essere corretti e migliorare. Non fa solo filtro, ha anche importanza in fase di sviluppo del gioco, sono contento che sia tornato e può solo migliorare”.

MARQUEZ E TONI
“Marquez? Può darci l’esperienza che oggi ci è mancata, ad esempio sul gol del pareggio. Prima della partita ci ho parlato e gli detto che tanti dei gol presi lo scorso anno sono stati frutto di disattenzioni ed è in questo che lui può dare molto. Al di là delle qualità, che sono indubbie, ci potrà aiutare proprio dal punto di vista mentale. Toni? Ha sbagliato diversi gol ma glielo perdoniamo assolutamente, forse è un po’ provato dalla preparazione. Ha comunque affrontato contrasti duri e da partita vera, dal punto di vista fisico è stato un impegno provante”.

Fonte: Ufficio Stampa Hellas Verona

LASCIA UN COMMENTO

*