Mandorlini: “Eravamo in controllo. Palermo ha capitalizzato le uniche due occasioni”

Andrea Mandorlini (Foto di Beretta Emiliano)

“Saviola ha inciso maggiormente solo perché, nella fase finale e sotto di un gol, abbiamo provato a raddrizzarla, perciò è riduttivo parlare solo di Javier. Effettivamente abbiamo sbagliato in alcune ripartenze ma purtroppo abbiamo perso un giocatore importante, Sala, uscito per un infortunio muscolare, e questo ci ha penalizzato. Peccato perché noi stavamo bene, eravamo in vantaggio ma abbiamo subito un po’ troppo il gioco degli avversari. In ogni caso, a parte le occasioni rosanero, dalle quali abbiamo patito il pareggio, non abbiamo sofferto molto. Le sconfitte di Cagliari e Chievo non ci interessano. A me interessa analizzare il 2 a 1 della “Favorita” dove avremmo meritato almeno un pareggio. Meno male che la distanza dalla terzultima non è cambiato. Tornando alla gara, sull’1 a 1 non c’era la superiorità di una squadra su un’altra e la gara poteva essere decisa solo da un episodio. Il risultato è per questo un po’ bugiardo. Il Palermo assomiglia un po’ al Verona dello scorso anno non solo per i punti messi in cascina ma anche per il loro Dybala, molto simile al nostro Iturbe”.

Andrea Mandorlini

LASCIA UN COMMENTO

*