Marchetti quasi no, Setti cerca un dirigente

Nei giorni scorsi il direttore generale del Cittadella, attraverso i microfoni di Telenuovo, ha detto che Cittadella è speciale e che fa fatica a muoversi.

Ma ha aggiunto che l’interessamento del Verona è stato molto gratificante dal punto di vista professionale.

Bene. Ha confermato una cosa: il Verona sta cercando un dirigente. Non sappiamo se un dg come Marchetti, con la successiva promozione a diesse di D’Amico o direttamente un direttore sportivo. Certo è che Setti sta pensando di inserire questa nuova figura, altrimenti non si spiegherebbero tutti questi giorni di attesa dopo la fine del campionato, le conferme dei contatti con Marchetti, la promozione non ancora avvenuta di D’Amico che è già sotto contratto.

Nomi? In questo momento sembra che il mercato degli svincolati (Lupo, Foschi) non interessi. Forse l’attesa è legata a qualche dirigente di chi deve disputare le finali play-off (Frosinone, Palermo, Cosenza e Siena), oppure a quelle società che sono sull’orlo del fallimento economico. Forse addirittura si sta cercando di convincere Marchetti mettendola sul piano economico. Forse, appunto. Per ora regna il silenzio e nel frattempo in questa settimana qualcuno (D’Amico) dovrà risolvere tutti i nodi legati ai diritti di riscatto. I termini scadono mercoledì. E la speranza poi è che si possa annunciare anche il nuovo allenatore, Fabio Grosso.

Il tempo c’è, anche se muoversi prima degli altri aiuterebbe a completare la rosa centrando tutti gli obiettivi prefissati.

Damiano Conati

LASCIA UN COMMENTO

*