M’Vila “scappa” a Parigi. Tumulto in casa Inter

Il centrocampista francese, ora infortunato, ha fatto perdere le tracce domenica. Il giorno dopo la sconfitta di Parma Walter Mazzarri aveva trasformato l’allenamento obbligatorio in seduta facoltativa. Si erano presentati in 5 più gli infortunati. M’Vila, al termine, prende un volo per Parigi con la compagna Nabilla Benattia. L’appuntamento con la squadra sarebbe stato per l’indomani, lunedì, con la seduta mattutina (per lui fisioterapia). E qui si interrompono le comunicazioni con il mondo interista. M’Vila non torna a Milano in tempo, per colpa del volo perso da Parigi a Milano (la sua versione). Così affida a una persona della società il messaggio di comunicare il ritardo. Ma questa comunicazione mai avverrà. La società stessa si trova spiazzata dall’assenza di Yann. E iniziano a suonare i cellulari. Alla fine, sarà M’Vila a chiamare un alto esponente nerazzurro e a scusarsi. E a incassare la multa giornaliera che gli verrà detratta dalla prossima busta paga. Ieri il francese era alla Pinetina.

PASSATO TURBOLENTO — Nel 2012 venne pescato in una discoteca parigina (il ritiro era a Le Havre, 200 km dalla capitale) un paio di giorni prima di un match con l’Under 21. Era con i “piccoli” per punizione, spedito dopo l’insubordinazione durante l’Europeo dei grandi di qualche tempo prima (plateale contestazione a Blanc per un cambio). Richiamo federale e 3 mesi di sospensione da ogni attività nazionale. E poi? Una rissa per strada con un automobilista, una nottata con due prostitute che gli rubano oggetti per 13 mila euro, un passaggio in caserma per aver picchiato un ragazzo. Dimenticavamo: ha due figli e ama il rap. Tra i brani preferiti “Fuck With Me”.

Fonte: La Gazzetta dello Sport

LASCIA UN COMMENTO

*