Orgoglio e Coraggio. Benvenuti nel mondo di Del Neri

Qualche settimana fa a Roma il Verona ne avrebbe prese 5. È finita l’epoca delle goleade avversarie e del nostro portiere costretto a prendere più volte la palla dal fondo del proprio sacco. Oggi il pareggio, visto in ottica classifica, è poca cosa, ma da’ fiducia per quel che riguarda il morale. Distante dodici punti il Palermo, attualmente quartultimo: prenderlo è un’impresa molto difficile ma il bello sarà provarci. Il girone di ritorno è iniziato sotto i migliori auspici con un Verona voglioso, coraggioso e in salute. E soprattutto pieno di orgoglio. Come lo chiede Del Neri. L’istantanea del Verona dell’Olimpico? Le grandi qualità di Rebic e l’immensa volontà di Wszolek. L’Hellas è tutt’altro che morto.

M.C.

LASCIA UN COMMENTO

*