Paulinho alla conquista di un contratto in serie A

Paulinho, cercato dal diesse Sogliano l’anno della promozione in serie A, può essere ancora un concreto obiettivo dell’Hellas? O forse che il suo nome sia stato riaccostato ad arte alla società di via Belgio per creare interesse e cederlo ad una cifra più alta? A riguardo la sola certezza è che l’unico a dare la notizia di un interessamento del Verona per la punta brasiliana è stato il suo agente, Eugenio Ascari, ai microfoni di Italia 7: un po’ difficile credere ad occhi chiusi a rivelazioni di chi come lavoro cura gli interessi del suo assistito. Diverso sarebbe stato se a rimbalzare l’operazione di mercato fosse stato il diesse gialloblù o qualche altro quadro societario dell’Hellas. Per quello che ha sempre fatto intuire Mandorlini, i giocatori più affini al suo tipo di gioco sono quelli alla Toni (o alla Ferrari). Certo, le movenze di Paulinho per alcuni aspetti potrebbero anche assomigliare ma il sudamericano pare più un ibrido tra una punta centrale di peso e un attaccante alla Cacia. D’altronde, non è stato proprio Paulinho, qualche giorno fa, ad accomiatarsi dai tifosi del club labronico, dichiarando che l’anno prossimo non giocherà più nel Livorno? E allora quale occasione migliore di un assist del proprio agente che gli accende i riflettori attorno sapendo che, nonostante sia retrocesso in serie B, il Livorno vorrebbe cederlo a peso d’oro? Attenzione alle panzane.

LASCIA UN COMMENTO

*