Pavanel: “Che grande impresa”

Le dichiarazioni dell’allenatore della Primavera gialloblù, Massimo Pavanel, rilasciate al termine della sfida con il Napoli.

 

CHE IMPRESA STREPITOSA

“Abbiamo fatto la storia. Grande merito ai ragazzi, siamo molto felici. Cosa ho detto ai ragazzi dopo la partita? Niente, le parole non servono, sappiamo che abbiamo fatto qualcosa di strepitoso. Canteremo gli inni dell’Hellas stasera, quando festeggeremo con una pizza. Gollini ha detto che la offrirà a tutta la squadra”.

 

TATTICA ANTI-NAPOLI? ECCO LE MIE SCELTE

“Le mie scelte? L’allenatore Saurini mi conosce bene, quando li abbiamo incontrati nel girone abbiamo giocato in una certa maniera. Ripensando alla gara contro il Genoa, noi abbiamo fatto bene fino al 70esimo, poi abbiamo pagato la stanchezza negli ultimi 20 minuti. Ho pensato che mettendo dentro un centrocampista in più e tenendo fuori un esterno di corsa avrei potuto avere delle varianti in attacco e distanze più ravvicinate, giocando un calcio meno aggressivo del solito mantenendo più energia. Questo era il mio obiettivo: palleggiare contro una squadra che pensava di palleggiare di più e meglio. Ho cambiato sistema di gioco per aiutare i ragazzi a livello di energia, ed in effetti abbiamo fatto un buonissimo primo tempo, li abbiamo sorpresi. Come sempre, dovevamo cercare di concretizzare e non concedere nulla al Napoli. Mi aspettavo che le qualità dei nostri avversari emergessero nella ripresa, ed infatti si sono proposti in maniera prepotente, con grande qualità nei giocatori. Effettivamente, grandi conclusioni non ce ne sono state, quell’unica occasione di pericolo era in fuorigioco. Noi abbiamo cercato di punzecchiare un paio di volte, ho cercato di mantenere Bearzotti fresco per poter cambiare qualcosa lì davanti, perché in questo momento per noi giocare al massimo sempre diventa veramente difficile. Abbiamo centellinato le energie e siamo arrivati ai rigori, dove sappiamo che abbiamo delle possibilità. Credo che quello che dovevamo fare, l’abbiamo fatto. Un commento sui rigori? In effetti ne abbiamo sbagliati due, di solito ne manchiamo al massimo uno. Però abbiamo un portiere che in queste situazioni è molto forte”.

 

TESTA ALLA FIORENTINA

“Come affronteremo la Fiorentina? Come abbiamo affrontato tutte le altre: cercheremo di dare il massimo e di avere molta accortezza. Sappiamo che affrontiamo una delle squadre più forti d’Italia in casa loro. E’ quasi scontato che loro vadano in finale, vediamo (ride, ndr)”.

 

Fonte: hellasverona.it

LASCIA UN COMMENTO

*