Pecchia: “Mix di giovani ed esperti e mentalità”

Le dichiarazioni di Pecchia in conferenza stampa: 

“È una grande occasione per me. L’Hellas è una Società prestigiosa che dà molto stimoli ed io volevo fortemente venire qui.

Con il Verona c’era già stato un contatto l’anno scorso ma poi la Società ha preferito continuare con Mandorlini. Poco male perché così ho potuto arricchire il mio curriculum e fare ulteriore esperienza.

L’obbligo di vincere non c’è. Cercheremo invece di creare la mentalità giusta che è quella che poi ti porta al successo. 

Il modulo sarà il 4-3-3 ma al di là dei moduli, importante sarà l’atteggiamento.

Pregiudiziali nei miei confronti? Il presente e il futuro si chiama Hellas e lavorerò tutti i giorni per garantire il meglio al Verona. Il resto non mi interessa. 

La sfida sarà tirare fuori le potenzialità dai vari Gomez, Pazzini etc.

Voglio una squadra di 25 leader e creare senso di responsabilità in tutti. 

Buttiamo le basi per la nuova squadra già in ritiro ed eliminiamo subito le scorie psicologiche della retrocessione.

Sui giovani non ho preclusioni: se un giocatore è forte lo è a qualunque età. Punteremo molto sui ragazzi cresciuti nel nostro vivaio.

Ogni allenatore che ho avuto da giocatore mi ha lasciato qualcosa. Spalletti, Zeman e Lippi su tutti ma non dimentico anche gli altri.

Le promozioni di Frosinone, Carpi e Crotone insegnano che oltre alla qualità in rosa servono tanti altri valori.

Con il mio vice Corrent l’intesa è perfetta da molto tempo, per questo lo apprezzo e l’ho scelto per stare nel mio staff”.

LASCIA UN COMMENTO

*